X
<
>

L'ingresso del Parco delle Rimembranze

Tempo di lettura < 1 minuto

VIBO VALENTIA – Dare la possibilità a determinate categorie di usufruire degli spazi verdi della città per un tempo limitato nell’arco della giornata.

Questa la decisione adottata dal sindaco Maria Limardo che ha preso atto delle problematiche cui vanno incontro le persone affette da disturbo dello spettro autistico e/o con disabilità intellettivo-relazionale e della conseguente necessità di godere di spazi ulteriori rispetto alla prossimità della propria abitazione per come consentiti dalle apposite nonne straordinarie.

E così, tra le tante aree verdi della città, il comune ha individuato il Parco delle Rimembranze, sito accanto alla Scuola allievi agenti della Polizia. Una necessità, quella adottata da Palazzo Razza, finalizzata ad evitare e prevenire l’aggravarsi dei rischi di gestione dei comportamenti di tali soggetti, già seriamente provati dall’obbligo di permanenza nell’ambiente domestico e dalla alterazione della quotidianità comportamentale.

Tale decisione accoglie una richiesta avanzata dall’associazione “Io autentico”, che evidenziava l’importanza di una simile eventualità così come l’ex consigliere comunale Antonio Lo Schiavo, ma ovviamente sarà effettuata nel solco della garanzia della stretta osservanza del complesso delle restrizioni oggi vigenti sul territorio nazionale e regionale a tutela della salute pubblica per via dell’emergenza Covid.

L’entrata al sito sarà vigilata, contingentata e regolamentata anche perché facilmente ispezionabile da parte delle Forze dell’Ordine ed è ad esclusivo uso dei soggetti affetti dalla sindrome dello spettro autistico e/o disabilità intellettivo-relazionale unitamente ad un accompagnatore munito di autocertificazione. Il parco sarà accessibile dal lunedì al sabato dalle 16 alle 18, e la domenica dalle 16 alle 19.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA