X
<
>

La consegna del defibrillatore ai carabinieri di Vibo Valentia

Condividi:

VIBO VALENTIA – Una semplice ma significativa cerimonia si è svolta questa mattina davanti alla sede del Comando provinciale dei carabinieri di Vibo Valentia, in occasione della consegna di un defibrillatore da parte dell’architetto Mariano Piro, responsabile della delegazione provinciale “Fondazione Umberto Veronesi”.

A fare gli onori di casa, il comandante della Compagnia di Vibo Valentia, capitano Stefano Scollato, il suo stretto collaboratore maresciallo maggiore Francesco Panei, responsabile della Sezione Radiomobile ed un equipaggio a bordo della nuova Giulia con i colori di istituto, recentemente assegnata dal Comando generale.

Il dispositivo sarà posizionato presso gli uffici della Radiomobile, reparto la cui prerogativa è proprio quella del primo intervento, alla quale potrà aggiungersi, a beneficio degli utenti della strada e grazie alla Fondazione anche la funzione di primo soccorso, mediante personale abilitato Blsd.

«Tale significativo evento – si legge in una nota – suggella l’impegno benefico assunto da Prefettura, Carabinieri e altre Forze di Polizia, nella raccolta fondi a sostegno dell’associazione, attraverso l’adesione alla lotteria di beneficenza organizzata dalla delegazione provinciale ed il cui ricavato è stato interamente devoluto a favore della ricerca scientifica contro i tumori e per sostenere nel territorio vibonese progetti ed iniziative sulla prevenzione».

La consegna di oggi «va interpretata non solo in chiave solidaristica, ma come azione rivolta ad aumentare la consapevolezza delle responsabilità, anche tra i giovani, in termini di salute e di prevenzione a 360 gradi, come recentemente ribadito dal dottor Vincenzo Natale – direttore del Pronto Soccorso e medicina d’urgenza dell’ospedale Jazzolino – alla conferenza “vite stupefacenti” tenutasi al Liceo Capialbi il 20 dicembre scorso. Un evento che ha visto coinvolti ancora una volta Procura, forze di polizia, medici e il mondo della scuola, in sinergia e per la diffusione della cultura della legalità e delle buone prassi».

Nel ringraziare, il Comandante provinciale, colonnello Bruno Capece, ha sottolineato che «tutte le massime istituzioni presenti sul territorio vibonese, prefetto, procuratore, vescovo, vertici delle forze di polizia, si stanno da tempo impegnando per promuovere messaggi educativi nella stessa direzione, rivolti ai ragazzi, motivandoli e incitandoli ancora di più a scegliere il bene, il bello ed il rispetto delle regole. Crediamo tantissimo in queste iniziative, sono una parte importante del nostro lavoro. Danno grande soddisfazione queste azioni, soprattutto se rivolte a favore delle fasce più deboli».

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA