X
<
>

La zona dove sono stati individuati i reperti archeologici

Tempo di lettura < 1 minuto

VIBO VALENTIA – Con molta probabilità si tratta dei resti di una o più  tombe di età romana, e altri reperti, tra cui un’anfora, rinvenuti in una cavità emersa da lavori in corso d’opera, in via Santa Ruba, da alcuni giorni in atto per gli interventi di sistemazione dell’ampia buca che si era originata vari mesi addietro nei pressi della rotonda Lacquari, a causa di infiltrazioni sotterranee, che avevano fatto crollare per alcuni metri il piano della carreggiata.

L’interessante  scoperta, avvenuta ieri, grazie all’archeologa Mariangela Preta, ha necessitato di un’attenta verifica di interesse archeologico.

Gli scavi archeologici, ancora in essere, sono stati eseguiti dalla professionista, sotto la stretta sorveglianza della Sovrintendenza. Sul cantiere, si è recata la sindaca di Vibo, Maria Limardo. 

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares