X

Mirella Melia

Tempo di lettura 3 Minuti

VIBO VALENTIA – A volte sono le semplici idee a rivelarsi le più vincenti. Lo sa bene Mirella Melia, vibonese doc ma residente da un po’ di anni a Roma. Da qualche mese la sua vita è decisamente cambiata: da commercialista si è ritrovata stilista e fondatrice di “MM”, il suo brand di moda. Cosa produce? Delle specifiche T-shirt. Ma non le solite che tutti indossiamo per un look sportivo.

Quelle di Mirella Melia hanno uno stile tutto loro e la peculiarità di evocare eleganza e femminilità, con un tocco di sensualità quanto basta per renderle uniche. Nel giro di poco tempo, le T-shirt impreziosite sul davanti da ciglia segnate con cristalli – un suo identificativo – o da un gatto nero o da stelle argentate, hanno subito catturato l’attenzione delle donne della Roma bene e di tante vip – in primis Pamela Prati – che ne hanno voluto subito una per il loro outfit. Anche alcune giornaliste Rai sono andate in onda sfoggiando una “MM”.

MARIAGRAZIA CUCINOTTA CON MAGLIETTA MIRELLA MELIA

 

Dal successo riscosso, si può dire che quella di Mirella Melia si è rivelata una brillante idea che in breve tempo le ha stravolto la vita, catapultandola dal mondo contabile a quello glamour della moda.

In questo periodo la stilista vibonese è impegnata a far conoscere a un pubblico sempre più vasto le sue creazioni. Lo fa partecipando a importanti iniziative organizzate nella Capitale, come Tennis and Friends e il recente Festival del Cinema. Ha inoltre alle spalle già alcune sfilate, una tenutasi quest’estate a Tropea. Quello però sicuramente decisivo, sarà l’evento che la vedrà presto ospite della Rubrica del Tg2 Costume e Società. Le sue maglie compariranno all’interno dell’istallazione dell’artista fiorentino Juri Corti in una puntata che la rubrica Rai dedicherà alle donne vittime di violenza.

Ma iniziamo da capo: come sono nate queste T-shirt capaci di esaltare la femminilità di ogni donna? Come racconta Mirella Melia stessa l’idea è arrivata per caso, in un periodo per lei decisamente no.

SERENA ROSSA CON MAGLIETTA MIRELLA MELIA

 

«Una mattina, frugando insoddisfatta nel mio guardaroba – racconta –, alla ricerca di una maglia da indossare, non riuscivo a trovarne una che mi rendesse soddisfatta. Era un continuo scartare a tal punto che stavo per buttarle via. Finché a un tratto prendo ago e filo, con tanto di forbici, e inizio a dare loro la forma che più mi piaceva. Una volta indossate e sfoggiate fuori, non facevo altro che ricevere complimenti di amiche e conoscenti che mi chiedevano dove le avessi acquistate. Da qui l’idea di produrle per conto mio. Inizialmente – continua la stilista – le ho inserite in un piccolo circuito di negozi del centro di Roma. Qui sono piaciute a molte donne che le hanno comprate. Si trattava in particolare di alcuni volti noti della tv, come Pamela Prati: una fan delle mie t-shirt».

È dunque così che sono nate le “MM”, che non potevano che non portare le iniziali della loro creatrice vibonese, pronta ad affrontare le sfide che il mondo della moda comporta.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares