X
<
>

Le riprese sulla spiaggia di Briatico

Tempo di lettura 2 Minuti

PIZZO CALABRO (VV) – Con i suoi vicoli e le piazzette vista mare, con l’acciottolato che scende a cascata verso la pittoresca Marina e le facciate pregne di storia dei palazzi nobiliari, Pizzo si concede in tutto il suo splendore alla macchina da presa e promette di recitare un ruolo da protagonista in “Tutta colpa della Fata Morgana”, il nuovo tv movie della serie Rai “Purché finisca bene”, in palinsesto nella prossima stagione della rete ammiraglia di viale Mazzini.

Insieme al borgo marinaro che contende a Tropea lo scettro di “Perla del Tirreno”, gli spettatori della serie firmata dalla Pepito produzioni dell’ex direttore generale Rai Agostino Saccà, avranno modo di ammirare i panorami e le bellezze di altre località vibonesi e calabresi: da Briatico, con la sua rocchetta, alla spiaggia di velluto di Zambrone; dalla rocca di Scilla alla tonnara di Palmi.

Il nuovo film, commedia diretta da Matteo Oleotto (Volevo fare la rockstar), vanta un cast in cui spiccano Nicole Grimaudo (Nero a metà, Immaturi, Ris), Davide Iacopini (Camera Cafè, Suburra, Squadra Antimafia e Leonardo) e Tecla Insolia (La bambina che non voleva cantare, Vite in fuga). 

Poco trapela sulla trama, ma dai toni leggeri della collana – tipici della commedia all’italiana – ci si prepara a gustare un intreccio di piacevoli storie che indagano i disagi e le difficoltà dell’Italia di oggi. Con sullo sfondo il mare della Costa degli Dei e della non meno suggestiva Costa Viola.

Comprensibile la curiosità che la carovana della produzione Rai ha suscitato nelle località coinvolte nelle riprese. Ieri l’ultimo ciak e la ripartenza di staff e attori. L’atmosfera vissuta in quei giorni l’ha ben descritta la scrittrice Giusy Staropoli Calafati, che ha accolto la troupe nella sua Briatico.

«Sono stati giorni fantastici e soprattutto di grande vivacità – ha scritto -. Un fermento lieto, delicato, che ha ridato vita alle pietre e soprattutto alla storia. Ma anche a quel silenzio, a volte strano, a cui Briatico sembra troppo spesso abituata. Un’occasione unica per tutto il territorio – ha aggiunto -, attraverso la quale verranno portate alla luce le sue più grandi meraviglie. Tutta colpa della Fata Morgana avrà anche la “colpa” di far passare, attraverso la sua bellissima storia, che in fondo allo Stivale italiano esiste un luogo magico che vale la pena di visitare. Le immagini dei luoghi stimoleranno la curiosità e la voglia della scoperta. E questo sarà bellissimo».

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA