Tempo di lettura 2 Minuti

AVELLINO- Rissa sfiorata nel primo faccia a faccia tra il sindaco Gianluca Festa e gli operatori commerciali ambulanti da oltre un mese “scippati” di un’area idonea per svolgere il mercato bisettimanale.
Alla vigilia dell’entrata in vigore dell’ordinanza sindacale che dispone il trasferimento provvisoria del mercato nel piazzale dell’ex Campo Genova, era stato organizzato un sopralluogo tra una delegazione di associazioni e mercatali e il vice sindaco delegato alle attività produttive Laura Nargi.
A campo Genova il vice sindaco, dopo un’ora di attesa, arriverà “scortata” da Festa perché, “considerato il numero nutrito di operatori presenti nel piazzale e il tifo da stadio, il sindaco ha preferito accompagnarmi”.
Il sindaco è sceso dall’auto con un atteggiamento già preventivamente alterato, sfidando subito i presenti “a pagare le tasse”. Ai toni concitati di Festa hanno subito risposto con altrettanta veemenza alcuni dei commercianti presenti, in un misto di rabbia ed esasperazione, sconfinando dall’atteggiamento pacato avuto sino prima l’arrivo del sindaco.
“Morosi, dovete pagare, questa è una comunità che rispetta le regole- dice perentorio e a voce alta Festa- Io non ho nulla da nascondere, faccio tutto alla luce del sole. Non ho avuto paura di cacciare gli abusivi dalle case popolari, e con il mercato è la stessa cosa: chi non paga non può lavorare”.
Intanto i toni non si placano, tanto che a Campo Genova è necessario l’intervento della Digos e di alcune pattuglie dei Vigili urbani accompagnati dal Comandante Michele Arvonio.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •