X

Tempo di lettura 2 Minuti

AVELLINO – Sono 68 le persone denunciate (53 il 25 e 15 il 24) nelle ultime quarantotto ore dalle forze dell’ordine in tutto il territorio della provincia di Avellino nell’ambito dei controlli. I numeri dei servizi di vigilanza scattati su tutto il territorio sono quelli forniti dalla Prefettura di Avellino al Viminale. Le denunce sporte dalle forze dell’ordine impegnate in queste ore su tutta l’Irpinia. La maggior parte delle denunce riguarda la violazione dell’articolo 650. La sanzione per chi viola le limitazioni agli spostamenti è la denuncia immediata per il reato di cui all’articolo 650 del Codice Penale, che prevede la pena dell’arresto fino a 3 mesi o l’ammenda fino a 206 euro, salvo che non si possa configurare un’ipotesi più grave, quale, ad esempio, Resistenza a un pubblico ufficiale (per chi, nel fuggire dalle zone “arginate” dalle forze dell’ordine, resista alle stesse). Più di tremila le. persone controllate nelle ultime ventiquattro ore. Ci sono poi i controlli alle attività commerciali. Duemila quelle controllate tra il 24 e il 25 marzo da parte delle forze dell’ordine. Per quanto riguarda gli esercizi commerciali nelle ultime ore non ci sono segnalazioni. Un quadro in calo quello delle denunce sul territorio provinciale, visto che solo nella giornata del 23 marzo, su 1905 persone controllate, le denunce erano state circa 81. Più della somma degli ultimi due giorni messi insieme. Un effetto deterrente, saranno i prossimi giorni a stabilirlo.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares