X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

Riaperto al traffico un altro tratto della strada Bonatti, quello che va dalla rotonda del cimitero e arriva fino alla città ospedaliera, attraversando anche la galleria.
“Un giorno importante”, commenta l’assessore ai lavori pubblici Costantino Preziosi nel corso di una breve conferneza stampa sul posto, ricordando come il cantiere partito nel giugno 2011, tra non poche difficoltà, è arrivato fino a oggi.

“Nel giugno dello scorso anno- dice ancora l’assessore- grazie all’intuizione del sindaco Paolo Foti, siamo riusciti a far rientrare i lavori della Bonatti, insieme a quelli per la Metropolitana leggera e il Parco Urbano, all’interno dei finanziamenti di “Europapiù”. Reperita la liquidità economica, siamo riusciti a spendere 3 milioni di euro per completare il tratto che da oggi sarà percorribile. Si pensi che da giugno 2011 a giugno 2015, avevamo speso solo 2 milioni di euro e nemmeno con copertura perché, nonostante il decreto della Regione Campania per l’approvazione del progetto, da Palazzo Santa Lucia è arrivato solo il 15% dei fondi stanziati, quindi circa 700mila euro”.

Lo step successivo, riguarderà il proseguo degli interventi sul tratto di strada che va dal cimitero verso l’ex Isochimica, con la realizzazione di una rampa di collegamento da via Francesco Tedesco porta alla parte finale della strada, con la contestuale nascita di una rotatoria.
Non ultimo, il Comune prevede anche lavori per l’allargamento di via De Vitto (attuale strada di accesso al Pronto soccorso), al fine di creare quella che Preziosi definisce “la famosa cinematica attorno alla Città ospedaliera di cui si parlava nel 1980, ma che ad oggi mai nessuno gha fatto”.
Termine ultimo per i restanti interventi, nelle stime dell’assessore, circa otto mesi dalla firma imminente dell’accordo di programma con la Regione.
Infine da parte di Preziosi, gli auguri al sindaco Foti, ancora ricoverato dopo il malore avuto qualche giorno da, per una pronta guarigione. 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares