X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

AVELLINO- Tiene, per il momento, il piano traffico nelle strette adiacenze dell’Isola pedonale istituita dal Comune di Avellino al centro storico, per venire in soccorso di bar e ristoranti che in questa fase di zona gialla, possono lavorare con il servizio al tavolo solo all’esterno dei proprio locali ed entro il coprifuoco nazionale delle ore 22:00.

La prima prova del week end, compreso di 1 maggio, in verità non ha consegnato ancora segnali definitivi, in luogo delle condizioni atmosferiche non clementi che hanno bloccato, soprattutto nella giornata di sabato, il pranzo e la cena fuori. E’ andata meglio domenica, quando le nuove non sono state accompagnate dalle pioggia del giorno precedente, e questo ha consentito ai ristoratori di lavorare un pò di più. Il vero e proprio banco di prova per il traffico veicolare era atteso nella giornata di ieri, essendo lavorativa e con le strade nell’ora di punta delle 18:00 notoriamente affollate.

In verità gli agenti della Polizia Municipale non hanno registrato situazioni di criticità, anzi paradossalmente anche più contenute rispetto alla domenica quando il flusso di persone, e di automobile, probabilmente provenienti anche da fuori provincia, hanno consegnato una domenica insolitamente trafficata, al centro storico come in altri punti cittadini.

Per quanto riguarda i gestori dei locali della zona, voglio vedere il bicchiere mezzo pieno nonostante, come detto, la pioggia di sabato ha frenato il boom che ci si aspettava nella prima giornata di isola pedonale, che tra l’altro è coincisa con la festività del primo maggio. Il dispositivo resterà in vigore in maniera sperimentale per tutto il mese, ma il Comune è pronto a rinnovarlo per tutti i mesi a seguire, chiaramente al netto di nuove disposizioni anti-covid ed eventuali classificazioni di rischio diverse del giallo, che automaticamente farebbero decadere la possibilità per i ristoratori di poter lavorare con il servizio ai tavoli, compreso quello all’esterno.

Viceversa se la Campania e quindi anche Avellino riusciranno a mantenere la colorazione gialla anche per le prossime settimane, l’orientamento del Governo centrale, è estendere la possibilità di pranzare o cenare al tavolo anche negli spazi interni dei locali, fermo restano le misure di distanziamento e di un numero di persone definito allo stesso tavolo, per ora non più di quattro, se non appartenenti allo stesso nucleo familiare.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares