X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

AVELLINO- “Il centro storico di Avellino presenta un contesto urbanistico e monumentale che aderisce perfettamente al progetto di restauro dell’ex Dogana, i cui dettagli sono in via di approfondimento di concerto con il sindaco Festa, per esporli a stretto giro all’intera cittadinanza”. E’ lapidario l’architetto Massimiliano Fuksas a margine della sua prima visita ufficiale ad Avellino, per vedere da vicino il monumento di Piazza Amendola, su cui dovrà attivare l’intervento di restauro della facciata e progettarne la parte retrostante andata distrutta L’architetto di fama internazionale, accompagnato dal sindaco Gianluca Festa e ad alcuni assessori comunali, ha prima tenuto un luogo sopralluogo negli spazi interni, o almeno in quel che ne resta, per approfondire alcuni aspetti relativi all’intervento da realizzare sull’ex Dogana, quindi ha proseguito la sua visita anche in altre parti della città, specificatamente i luoghi del centro storico dove sorge il monumento simbolo della città.

Poi il pranzo sempre con Festa e i membri della squadra di governo, con le dovute distanze anti covid ( tre tavoli da 4 persone) quindi il ritorno a Roma con la promessa di ritornare ad Avellino non più tardi di un mese per presentare il progetto definitivo. Da parte di Fuksas nessun commento sui dettagli delle attività in itinere, forse per non sciupare quello che vuole essere “l’effetto sorpresa” dell’opera, ma non per questo la comunità sarà esclusa dalla fase esecutiva dell’opera, assicura il sindaco Festa.

“Con l’architetto Fuksas – commenta Festa- si è subito creata una forte sintonia, ed egli ha raccolto con entusiasmo questa sfida di rilancio della Dogana, perché ha avvertito il forte legame tra la comunità avellinese e questo prestigioso simbolo della città- L’architetto ha voluto avere una visione d’insieme del capoluogo, per cui ci siamo anche soffermati sulle numerose iniziative progettuali che stiamo realizzando e sul futuro dell’intero centro storico, il cui rilancio significa dare nuovo impulso a tutto il capoluogo. Massimiliano Fuksas ci consentirà di raggiungere questo ambizioso risultato. Questa è stata una tappa apripista in città – ha concluso il sindaco Festa – a cui ne seguiranno sicuramente altre. La città sarà coinvolta in questo percorso e costantemente informata, perché è ben chiara a tutti noi l’impor – tanza di questa sfida”.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA