X
<
>

Condividi:

AVELLINO- Prime file al piano terra del Comune di Avellino, dove è stato allestito un ufficio ad hoc per sveltire le pratiche legate all’emergenza covid, a partire da quelle per l’ottenimento dei bonus spesa.

L’amministrazione comunale, individuati i beneficiari e redatti gli elenchi degli stessi da parte dei servizi sociali, mediante l’utilizzo della piattaforma informatica dedicata, ha assegnato i codici PIN per l’utilizzo dei buoni spesa presso i fornitori di generi di prima necessità iscritti all’Albo con le modalità indicate nelle Linee guida. L’Ente, con determinazione Dirigenziale dello scorso 14 dicembre, ha impegnato un importo di poco inferiore a 300mila euro sul capitolo di bilancio, “Fondo di solidarietà comunale – misure di supporto alimentare Covid-19”, mentre per la piattaforma telematica l’investimento è stato di 15.000,00 euro.


La precedenza, come spiegato dal sindaco di Avellino, Gianluca Festa, va dalle situazione di difficoltà economica note al Comune. I contributi sono così suddivisi: nell’ordine di 100 euro per ogni componente del nucleo familiare fino ad un massimo di 100. A questi 100 saranno aggiunti 50 euro in più per ogni minore o diversamente abile.


Durante il primo lockdown di marzo 1200 le domande di aiuto arrivate a Palazzo di Città di persone in cerca di sussidi.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA