X
<
>

Tempo di lettura 3 Minuti

AVELLINO- Il comune capoluogo si attrezza per gestire l’ondata di rientri dagli altri comuni, per effetto del decreto ministeriale che, a partire da oggi, consente ai cittadini di raggiungere i propri luoghi di residenza, dopo essere stati bloccati fuori dimora per due mesi per effetto delle misure restrittive del lockdown imposto dal covid19. I dettagli della macchina organizzativa sono stati definiti in un incontro in videoconferenza tenuto tra il Prefetto di Avellino, Maria Spena, il sindaco del capoluogo, Gianluca Festa, il manager dell’Asl Maria Morgante, il Comandante della Polizia Municipale, Michele Arvonio, e i massimi rappresentanti di Carabinieri, Polizia di Stato, e Finanza. Già nella giornata di ieri sono stati intensificati i posti di blocco agli accessi della città, per evitare che residenti del capoluogo tornassero anzitempo, eludendo i massicci controlli che a partire dalla mezzanotte di oggi sono stati attivati in tutte le stazioni della Campania. I viaggiatori che arriveranno al casello autostradale dovranno di dichiarare la provenienza e sottoporsi alle verifiche. Come è noto, nell’ottica di monitorare i circa 2500 rientro stimati, il Presidente Vincenzo De Luca, obbliga “i concessionari di servizi di trasporto aereo, ferroviario e di lunga percorrenza su gomma di acquisire e mettere a disposizione delle forze dell’ordine e dell’Unità di Crisi regionale, dei Comuni e delle Asl, i nominativi dei viaggiatori che. in arrivo alle stazioni ferroviarie o ai caselli autostradali, all’aeroporto o in altri punti di accesso al territorio regionale è fatto obbligo di «sottoporsi alla rilevazione della temperatura corporea, e in caso di temperatura pari o superiore a 37,5 °C, a test rapido Covid-19» e di «autocertificare il luogo dove sarà osservato l’isolamento domiciliare ». Successivamente sarà inviata comunicazione al Comune di provenienza e all’Asl territoriale, per la messa in atto di tutte le misure necessarie”. Nell’ottica di monitorare i rientri, l’Unità di crisi ha anche provveduto a rifornire del materiale di protezione necessario le aziende sanitarie della Campania e la Protezione Civile impegnate nelle misure di controllo che verranno messe in campo caselli autostradali, e nelle stazioni ferroviarie, marittime e aeroportuali. Il sindaco Festa parla di una task force già pienamente attiva, a partire dai controlli della Municipale che per tutta la giornata di ieri hanno garantito la sicurezza del territorio. “Chiunque varcherà l’ingresso della città con mezzi autonomi- spiega il sindaco di Avellino- sarà controllato, e lo stesso vale per coloro che dalla stazione di Napoli raggiungeranno la città con mezzi pubblici. Chiaramente confidiamo nel buonsenso di tutti, come già la nostra cittadinanza ha mostrato nella fase uno dell’emergenza, Avellino ha rappresentato un modello comportamentale per tante città, e non a caso abbiamo subito poco la presenza del virus, e questo va ascritto anche ai comportamenti nobili di ogni singolo cittadino che, con grande sacrificio, ha seguito alla lettera ogni regola”. Alla luce di questo, il sindaco si dice sicuro che il capoluogo è pronto ad affrontare il fase due e ripartire anche con maggiore velocità rispetto agli altri comuni campani. “Se tutti noi continueremo a comportarci come abbiamo fatto fino ad ora, in particolare con l’uso- ormai obbligatorio- della mascherina e il distanziamento sociale, anche le altre attività produttive potranno riprendere a lavorare prima rispetto ad altri comuni”. Non manca un appello ai cittadini, soprattutto a coloro che stanno rientrando dal Nord, a continuare a rispettare le regole: “E’ necessario continuare ad avere lo stesso atteggiamento responsabile, per riprendere la nostra vita regola senza ricadute”. Intanto l’attenzione resta alta, e già nella giornata di ieri almeno 13 persone avrebbero raggiunto il capoluogo da Napoli, nonostante il blocco ancora in corso, di cui 4 con la corsa delle 13:00, 2 con il bus delle 15:30, altri 4 alle 18:00, e infine tre persone nel viaggio Napoli- Avellino dell’ultima corsa delle 20:30. (SDC)

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA