X
<
>

Condividi:

AVELLINO- Diciannove test per verificare la reazione degli anticorpi al Covid anche ad Avellino. Due giorni di analisi a campione voluti da Istat e Ministero della Salute con Regione e condotte dai volontari della CrocaRossa italiana, quelle che avrebbero dovuto interessare solo nella città capoluogo almeno 108 persone, selezionate a campione su sei fasce d’età dall’Istat. All’appello ne hanno risposto la metà. Cinquanta almeno quelli che entro oggi raggiungeranno il punto prelievo organizzato dalla Croce Rossa di Avellino, che è il braccio operativo di Ministero della Salute e Istat in questa ricerca. Le persone contattate al telefono dai centri regionali della Croce Rossa Italiana per fissare l’appuntamento in uno dei laboratori selezionati dove verrà effettuato il prelievo di sangue non hanno aderito in massa all’appuntamento. C’è la possibilità di effettuare il test a domicilio per le persone fragili o vulnerabili. Chi è stato selezionato, è stato chiamato anche a compilare un questionario predisposto da Istat, in accordo con il comitato tecnico scientifico. Il risultato sarà comunicato dalla Regione: in caso di esito positivo (cioè di sviluppo degli anticorpi), la persona interessata sarà sottoposta a un temporaneo isolamento domiciliare e contattato dal servizio sanitario della propria regione o dalla Asl per sottoporsi al tampone naso-faringeo che verificherà lo stato di contagiosità, cioè se la persona è ancora positiva al coronavirus. Come comunicato nel Protocollo di Ministero e Istat : «Studio di siero-prevalenza cross sectional, rappresentativo della popolazione italiana, con valutazione longitudinale di un sottogruppo di popolazione.Il disegno del campione, effettuato dall’Istat, permette la stima cross-sectional della siero-prevalenza e la possibilità di ritorni longitudinali o su un sotto campione rappresentativo dell’intera popolazione o ancora su particolari target di interesse. Verranno presi in considerazione i seguenti strati per il campionamento casuale: genere; età, suddivisa in 6 differenti classi. Almeno trenta i volontari della Croce Rossa di Avellino che sono impegnati in questa operazione, coordinati dal presidente provinciale Aurelio Mazzocca. I prelievi vengono effettuati presso le strutture mobili di Croce Rossa. Per la provincia di Avellino ci sono almeno undici comuni interessati a questa indagine, che entro il 6 giugno sarà definita con l’ultima serie di prelievi. Si tratta dei comuni di Avella, Sirignano, Forino , Monteforte , Piestrasrornina, Solofra , Sant’Angelo All’Esca, San Martino , Gesualdo ,Castelfranci. Per ognuno dei comuni sono stimati test tra le 55 alle 60 persone. .Le analisi saranno realizzate ed elaborate dal Laboratorio di Virologia del Moscati di Avellino.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA