X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

AVELLINO- Nell’antivigilia di Ferragosto, gli avellinesi non rinunciano al classico “struscio” lungo Corso Vittorio Emanuele e aree limitrofe, nonostante l’ordinanza che li obbliga a indossare la mascherina anche all’aperto, proprio nei luoghi nevralgici del passeggio. A vigilare sul rispetto dell’ordinanza emanata dal sindaco di Avellino, Gianluca Festa, e in vigore anche oggi e domani delle ore 18:00 alle 24:00, gli agenti della Polizia Municipale coordinati dal vice comandante Michele Sullo, che in questi giorni sta facendo le veci del Colonello Michele Arvonio, in congedo feriale. In strada anche pattugliamenti da parte di tutte le altre Forze di Polizia.


Per il momento una serie di richiami a quai cittadini che non indossano il dispositivo di sicurezza personale, ad esempio non coprendo il naso, e a qui gruppi di giovani che, soprattutto in Piazza libertà, si avvicinano pericolosamente l’uno l’altro.
L’ordinanza del sindaco Festa indica come “necessario ed urgente evitare ogni forma di assembramento su area pubblica e violazioni degli obblighi di distanziamento cosciale e di corretto utilizzo dei dispositivi di protezione individuale, con maggiore attenzione ai luoghi ed alle occasione che possano determinare una assidua frequentazione con la contemporanea presenza di molteplici persone”. Per questo il sindaco, fatto salvi eventuali successivi provvedimenti anche nazionali e regionali nonché le eventuali decisioni successive che potranno essere assunte dal Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica, ha ordinato “di indossare correttamente la mascherina facciale a chiunque transiti o frequenti o permanga nelle aree di Corso Vittorio Emanuele e Piazza libertà, e di evitare assembramenti anche fuori dalle zone riservate alla Festa dell’Assunta ( Piazza libertà ndr) appositamente delimitata e contingentata”.


L’ordinanza dispone anche di portare comunque sempre con sè la mascherina e di indossarla in mancanza delle condizioni per assicurare continuativamente il mantenimento della distanza interpersonale di sicurezza di almeno 1 metro”.
L’utilizzo obbligatorio della mascherina è disposto anche per questa sera, in occasione dello svolgimento dei fuochi pirotecnici. A partire dalle 23:30, e fine al termine della manifestazione, l’ordinanza vale non solo per Piazzale degli Irpini, dove si svolgeranno i fuochi, ma anche nelle zone limitrofe di via Zoccolari dall’intersezione con via Greco a quella con via Annarumma, e a Via De Gasperi dalla intersezione fino a via Genovese.


A contestare la scelta dell’amministrazione di tenere i fuochi, l’ex assessore al commercio e oggi candidata alla Regione per il M5S, Maura Sarno. “Si annullino i fuochi d’artificio in segno di rispetto delle 35mila vittime per coronavirus- scrive in una nota- Un segno di vicinanza e cordoglio a chi ha sofferto in questo lungo periodo di emergenza sanitaria nazionale. I tradizionali botti di Ferragosto vengano sospesi per questa edizione, così come già annunciato da altre grandi città nazionali ed estere. Non sarà l’annullamento di uno spettacolo pirotecnico ad interrompere una giornata per noi tutti di festa, unione e preghiera. Un’edizione della memoria e del ricordo.”. Critiche che il sindaco Festa rispedisce al mittente, invitando tutti a rispettare le regole e godersi le opporunità che l’amministrazione comunale offre.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares