X
<
>

Tempo di lettura 3 Minuti

AVELLINO- Dodici contagi, almeno sette dei quali collegati al focolaio di Avellino e l’incubo di un nuovo focolaio, quello che riguarda Mercogliano, dove i casi positivi diventano sette e da questa mattina dovrebbe scattare un piano che prevede l’esecuzione di almeno 100 tamponi che sono legati ai contatti delle persone positive al Covid scoperte. Un lavoro di contatto diretto tra Asl e Comune di Mercogliano proprio per scongiurare il rischio che si possa ulteriormente allargare il contagio. Nella città alle falde del Partenio sono risultati positivi padre e figlia rientrati dalle vacanze e sintomatici, casi che non sono collegati al cluster avellinese.

Mentre collegati sono invece un cinquantenne e sua figlia, che faceva avuto contatti con i ragazzi di Avellino e tre ventisettenni, due dei quali si trovavano a Mercogliano presso un contatto che poi è risultato positivo. E la conta dei casi legati al ceppo che ha portato il dipendente della Provincia al Moscati, giunge a quota 21. Perchè alla lista dei contagi avellinesi si deve aggiungere anche un altro ragazzo, un ventinovenne, che aveva avuto contatti con il caso del sessantenne. E positivo al Covid è risultato anche un altro dipendente della Provincia. Si tratta di un quarantaseienne, che però non avrebbe avuto contatti con il suo collega. Era però stato incluso tra i tamponi eseguiti dopo il caso di positività. Proprio per questo motivo il presidente della Provincia Domenico Biancardi ha prolungato le misure di sicurezza per il personale.

E’ stata disposta la proroga della chiusura degli uffici anche alla giornata odierna e a domani, per proseguire la sanificazione degli ambienti e degli impianti di aerazione. Resta aperta la guardiola al piano terra per recepire richieste di cittadini che si recano in Provincia senza sapere della chiusura momentanee e smistare la posta, così come attivo il centralino di Palazzo Caracciolo. Il presidente Biancardi ha chiarito che si continuerà a lavorare in smart working almeno fino a lunedì. Casi hanno interessato però anche altri comuni della Campania. Il positivo di Roccabascerana rientrava da una vacanza extraregionale. I sette contagi di Mercogliano arrivano, per cinque di loro, da un contatto con un positivo, altri due rientravano da una vacanza extraregionale. Hanno avuto contatti con un positivo anche i due nuovi contagiati della città di Avellino.

Così è avvenuto anche per il nuovo contagiato di Montemarano, mentre quello di Montemiletto rientrava anche egli da una vacanza extraregionale. Il numero dei contagi in Campania resta sopra ai cento. Sono 117 i nuovi casi di coronavirus emersi nelle ultime 24 ore in Campania. Il totale dei casi dall’inizio dell’emergenza in Campania sono 7.285: i guariti sono 4.437 e i deceduti sono 446. I dati sono contenuti nel bollettino odierno del Ministero della Salute. Sono 2.402 le persone attualmente positive al coronavirus in Campania (+110 rispetto a ieri). Di queste, 2.235 (+92) sono in isolamento domiciliare e 163 (+20) sono i pazienti ricoverati con sintomi e 4 i pazienti ricoverati in terapia intensiva (-2 rispetto a ieri) Non si registrano nuovi decessi legati al coronavirus, il totale resta quindi 446. Sono 7 i nuovi guariti: il totale sale a 4.437, di cui 4.432 completamente guariti e 5 clinicamente guariti. Sono 47 i nuovi casi di coronavirus registrati nelle ultime 24 ore sul territorio di competenza della Asl Napoli 1 Centro (città di Napoli e isola di Capri).

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA