X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

AVELLINO- La proposta dei sindacati per l’allocazione del mercato bisettimanale nell’area di Valle, è stata racchiusa in un documento ufficiale, depositato già due giorni fa al protocollo della Prefettura di Avellino. E’ quanto fa sapere il legale degli operatori commerciali del mercato, l’avvocato Ciro Aquino, dopo che sua Eccellenza Paola Spena aveva spronato i rappresentati dei sindacali a racchiudere il contenuto del confronto di martedì scorso, in un documento organico e compiuto.


A questo punto sia l’avvocato Aquino che i sindacati, aspettano una nuova convocazione ufficiale a Palazzo di Governo, stavolta allargata alla presenza del sindaco Gianluca Festa, secondo gli accordi presi nell’ultimo incontro. O meglio, come spiega il vice presidente di Confesercenti- Imprenditori Irpini, Peppino Innocente, “speriamo che il sindaco una volta per tutte si renda conto che ad oggi l’area di Campo Genova non è ancora disponibile, a valuti, così come suggerito anche dal Tar Salerno, quale sia la terza location, alternativa anche a Piazzale degli Irpini”.


I sindacati, ancora una volta, rigettano le accuse del sindaco “di aver alzato un muro contro muro. Festa non dice bene le cose- incalza Innocente- A dicembre ha sospeso il mercato dalla storica sede di Piazzale degli irpini, poi ha consegnato Campi Genova solo a metà febbraio, un’area che non era ancora adeguata e, soprattutto, aveva bisogno di analisi ambientali. Non lo diciamo noi, lo dice il Tribunale amministrativo dove noi, esercitando un diritto sacrosanto della Costituzione, abbiamo presentato un ricorso.


Intanto c’è l’urgenza di lavorare e, proprio per respingere il muro contro muro del sindaco, siamo tornati in Prefettura qualche giorno fa e abbiamo condiviso che, almeno per il momento, Valle potesse essere la soluzione più adeguata. Per questo abbiamo siglato un documento unitario con le altre associazioni sindacali, ed ora bisogna capire cosa farà il sindaco ufficialmente, dopo che si è affrettato subito a chiuderci ancora una volta la porta in faccia per mezzo stampa, senza nemmeno aspettare che il Prefetto ci riconvochi alla sua presenza”.


Posizione ribadita da Marrigo Rosato, dell’Associazione nazionale ambulanti: “Gli ambulanti compatti hanno partecipato alla manifestazione di lunedì, mostrando con dignità le loro ragioni ed hanno dato forza alla nostra trattativa in Prefettura. La proposta unitaria e condivisa da tutte le associazioni presenti alla riunione, resta quella dello spostamento provvisorio del mercato nel quartiere Valle Ora ci aspettiamo una nuova convocazione da parte della Prefettura alla presenza del Sindaco”.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares