X
<
>

Tempo di lettura 4 Minuti

I positivi al coronavirus in Irpinia continuano a salire, come il numero dei decessi registrati nelle due strutture di riferimento alla lotta al Covid in Irpinia, il Moscati ed il Frangipane. Anche dal bollettino diffuso dall’Asl ieri, relativo ai dati della provincia di Avellino sono stati accertati 160 casi di persone che hanno contratto il virus su 1.550 tamponi analizzati. Il virus continua a circolare in quarantaquattro comuni. E i casi riguardano nella maggioranza contatti di positivi in attesa dell’esito dei tamponi realizzati al drive in. Come si può registrare per i numeri di una delle zone dove il contagio appare in avanzamento notevole.

Insieme a Montoro si tratta del Vallo di Lauro. In cinque su sette comuni del Vallo infatti sono stati registrati ben 42 casi di positività. Tutti riferiti, come ha spiegato il primo cittadino di Pago Vallo Lauro Antonio Mercogliano, all’esito del drive in che è stato organizzato martedì scorso a Moschiano, quello dove sono stati eseguiti quasi duecento tamponi.

Ma ecco la mappa dei contagi emersi dal report di ieri. Nel dettaglio, sono risultati positivi al coronavirus: 1 residente nel comune di Aiello del Sabato; 3 di Altavilla Irpina; 1 di Ariano Irpino; 3 di Atripalda; 5 di Avella; 27 di Avellino; 1 di Baiano; 1 di Caposele; 1 di Castel Baronia; 2 di Contrada; 2 di Forino; 2 di Frigento; 1 di Guardia Lombardi; 2 di Lapio; 3 di Lauro; 3 di Lioni; 7 di Marzano di Nola; 2 di Mercogliano; 2 di Mirabella Eclano; 2 di Montecalvo Irpino; 7 di Monteforte Irpino; 3 di Montemiletto; 11 di Montoro; 5 di Moschiano; 3 di Mugnano del Cardinale; 4 di Nusco; 19 di Pago Vallo Lauro; 1 di Pietrastornina; 1 di Prata Principato Ultra; 6 di Pratola Serra; 3 di Quindici; 1 di Rotondi; 2 di San Michele di Serino; 2 di Santa Lucia di Serino; 4 di Santo Stefano del Sole; 3 di Solofra; 4 di Summonte; 3 di Taurano; 1 di Taurasi; 2 di Tufo; 1 di Vallata; 1 di Villamaina; 1 di Volturara Irpina; 1 di Zungoli.

Sulla situazione di Pago Vallo Lauro il primo cittadino Antonio Mercogliano ha chiarito che il Comune ha adottato tutte che misure di contenimento ed isolamento delle persone che erano risultate positive già ai tamponi eseguiti presso i laboratori provati. «I diciannove casi registrati dall’Asl si riferiscono a i tamponi di martedì scorso presso l’area Drive in di Moschiano- ha spiergato Mercogliano- e si tratta prevalentemente di contatti di casi positivi e in qualche caso anche positività già accertate e riconteggiate.

Attualmente sono circa 40 i casi positivi , il contagio purtroppo avviene per lo più all’interno degli stessi nuclei familiari. La vera difficoltà è anche nella comunicazione dei tamponi privati. Abbiamo chiuso tutti gli spazi pubblici . Siamo uno dei comuni dove ci sono contagi relativi agli stessi nuclei familiari». Nessun allarme, dunque. Aumenta invece la conta dei decessi.

Nella mattinata al Frangipane è morto un 75enne ricoverato in terapia intensiva. La seconda vittima è una donna deceduta al Landolfi di Solofra nella mattinata di ieri. Nel plesso ospedaliero della cittadina conciaria è infatti deceduta una 86enne di Lioni. La donna era stata accompagnata al Pronto soccorso della Città ospedaliera il 24 novembre. Risultata positiva al nuovo Coronavirus, era stata ricoverata nell’Unità operativa di Medicina d’Urgenza e ieri era stata trasferita al plesso Landolfi. Sono dieci i deceduti in pochi giorni. Solo per il Moscati si tratta della settantanovesima vittima dall’inizio della seconda ondata di contagi.

Ma ci sono anche notizie positive. Quelle che riguardano la Clinica Maklzoni. In una nota infatti è stato comunicato che sono riprese lke attività all’interno della struttura di Viale dei Platani. «Il Direttore sanitario della Casa di Cura Privata Malzoni Villa dei Platani, dottoressa Francesca Cillo, comunica che ha provveduto nel pomeriggio a comunicare all’Asl la ripresa dell’attività chirurgica oncologica e quella relativa al pronto soccorso ostetrico a seguito della sanificazione dell’intera struttura e dello screening sul personale. Il numero totale dei tamponi processati è stato di 219 con il riscontro di 15 positivi».

La vicenda è ormai nota ed era stata ricostruita dalla stessa Clinica: ««Il giorno mercoledì 18 novembre questa Direzione ha riscontrato la positività di una paziente ricoverata nell’Unità di Terapia intensiva post-operatoria, inizialmente negativa al tampone molecolare eseguito prima del ricovero nell’U.F. di Ginecologia. Da tale caso, e dagli immediati controlli predisposti dalla Struttura, sono emerse tre positività di degenti che avevano condiviso la stanza di ricovero con la paziente 0 sia nell’U.F. di Ginecologia che nell’Unità di Terapia Intensiva post-operatoria»

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares