X
<
>

Condividi:

AVELLINO- Il virus fa un’altra vittima, la sesta di una settimana dove solo per quarantotto ore il Covid 19 ha dato una tregua nel bollettino di decessi tra le strutture ospedaliere di Avellino e Ariano Irpino. E’ deceduta ieri mattina nella Terapia intensiva del Covid Hospital del Moscati di Avellino una settantaseienne di Montoro. La donna era ricoverata dal 30 novembre scorso in terapia Sub intensiva ed era stata intubata il tre dicembre.

E’ la quarta vittima del virus nella cittadina della Valle dell’Irno. Alla famiglia della donna deceduta è stata espressa la solidarietà e la vicinanza da parte del primo cittadino Girolamo Giaquinto. Proprio a Montoro si registra da tempo una flessione dei contagi che, esclusa la giornata di sabato in cui a fronte di 12 positivi ha registrato 10 guariti, sta invece ogni giorno attestando un rapporto ed una differenza tra contagiati e guariti anche del doppio. Come è avvenuto ieri ad esempio.

Dal bollettino Asl infatti risulta un solo caso di contagio e ci sono stati invece 4 casi di persone che hanno sconfitto il virus. E la cittadina dell’Irno ad oggi conta un numero di guariti record. Sono circa 370 quelli relativi alla sola seconda ondata. Con il decesso della settantaseienne di Montoro salgono a tre le vittime del virus in tre giorni. Sabato era deceduta una settantanovenne di Flumeri ricoverata nell’area Covid del plesso Landolfi di Solofra dell’Azienda ospedaliera Moscati. L’anziana era ricoverata dal 2 dicembre scorso. Solo il giorno prima ad Ariano Irpino era deceduta un’ottantottenne di Bisaccia ricoverata nell’Area Covid dell’ospedale Sant’Ottone Frangipane.

Proprio nella struttura ospedaliera arianese, sull’altro fronte della lotta al virus, quello dei ricoveri, ancora per un giorno non risultano pazienti che hanno dovuto fare ricorso al reparto di Terapia intensiva del presidio ospedaliero della cittadina del Tricolle, mentre ce ne sono nove, su dodici posti letto, in Medicina Covid, e ventitre in Area Covid, di cui quindici in Medicina e otto in Sub Intensiva. Al Moscati, proprio in seguito al decesso della settantaseienne di ieri, sono scesi ad otto i ricoverati in Terapia Intensiva. Veniamo ai contagi in Irpinia.

Su 872 tamponi analizzati, sono risultate positive al Covid 42 persone: 2 residenti ad Ariano Irpino; 1 ad Atripalda; 1 ad Avella; – 8 ad Avellino; 4 a Bonito; 1 a Castel Baronia; 1 a Contrada; 1 a Domi – cella; 1 a Flumeri; 1 a Grottaminarda; 1 a Luogosano; 1 a Marza – no di Nola; – 1 a Mercogliano; 9 a Montefalcione;1aMonteforte Irpino; – 1 a Montoro; 1 a Moschiano; 1 a Nusco; 1 a Paternopoli; 1 a Quindici; 1 a Rotondi; 1 a Serino; 1aTaurano.

I numeri sono tornati sotto i cinquanta. E come è stato spesso ripetuto dai sindaci in questi giorni si tratta prevalentemente di contatti di casi già positivi, persone che si trovano in isolamento ed erano in attesa di tamponi. Nel Vallo di Lauro si registrano casi analoghi, tutti contatti di positivi, in cinque comuni su sette. A far scattare qualche allerta è invece la situazione che si registra a Montefalcione. La curva dei contagi qui, a differenza del resto della provincia è in aumento. Basti pensare che solo ieri l’Asl ha comunicato nove casi. E il paese dell’hinterland è così balzato a ventotto contagi.

Si tratta di una doppia cifra che non si era registrata neppure nella fase di maggiore picco della seconda ondata della pandemia. E c’è l’incubo di un cluster, visto che ad essere coinvolta è un’attività commerciale, subito chiusa tra l’altro dai proprietari. Intanto a Cervinara ci sono altri due guariti. E salgono a 174 le persone che hanno sconfitto il virus.

Così il sindaco Lengua «Altri due nostri concittadini sono guariti dal Covid e possono uscire dalla condizione di isolamento domiciliare in cui hanno trascorso diversi giorni. Sapere che già da questa mattina sono tornati tra i loro affetti familiari è il modo migliore per vivere questa domenica. L’auspicio è che presto possano farlo anche gli ultimi 14 positivi che ancora si registrano nella nostra comunità. Ci stiamo avvicinando alle feste natalizie con la fondata speranza che tutti i nostri concittadini rimasti contagiati nei mesi scorsi potranno trascorrerle in serenità. Ad oggi, dunque, i positivi sono 14, i guariti 174 ed i deceduti 5».

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA