X
<
>

Condividi:

AVELLINO- Il rapporto tra contagiati e positivi al coronavirus in Irpinia sale al 6,51% su una percentuale di tamponi processati che cala di un quarto rispetto ai test processati nelle ultime quarantotto ore. Infatti dall’ultimo bollettino Asl infatti sono 20 i casi di contagio su 307 tamponi analizzati nei laboratori di riferimento dell’Asl di Avellino( basta pensare che solo nel bollettino diffuso il primo gennaio erano quasi 1500 ndr).

Nel dettaglio, i casi riguardano persone residenti: 1 ad Altavilla Irpina, 3 ad Ariano Irpino, 4 ad Avellino; 6 a Chiusano di San Domenico; 2 a Contrada; 2 a Monteforte Irpino; 1 a Montella; 1 a Roccabascerana. Dall’inizio della pandemia i casi di contagio sfiorano i novemila. E nel giro di poche ore c’è anche la seconda vittima del virus. Ieri mattina è morto nella terapia intensiva del Covid Hospital presso l’Azienda Moscati un settantaquattrenne di Santo Stefano del Sole. L’uomo era ricoverato in terapia sub intensiva dall’8 dicembre scorso e il 20 era stato intubato. è la seconda vittima in due giorni. Sabato l’Asl ha comunicato il decesso avvenuto il 31 dicembre di un 73enne di Andretta, ricoverato presso l’Ospedale di Ariano Irpino.

Tra i comuni che hanno riscontrato i casi di positività più alti nella giornata di ieri c’è quello di Chiusano San Domenico, con sei nuovi positivi . E proprio su questo fronte è stato lo stesso sindaco Carmine De Angelis a chiarire a cosa si riferisce il dato, tranquillizzando la comunità proprio «Importante comunicazione: a seguito di monitoraggio capillare ( eseguiti dalla Dott.ssa Irene Dello Russo) sono stati riscontrati 6 nuovi positivi derivanti da contagio esterno. Il nucleo familiare e’ in isolamento da oltre una settimana e i contatti tracciati sono tutti negativi. Sempre oggi si comunica alla cittadinanza che sono guariti altri 3 nostri concittadini.

Allo stato con l’inclusione dei nuovi positivi sono 8 i Malati Covid a Chiusano. Per chi volesse può prenotare il Tampone rapido presso la sede della Misericordia. Ogni giorno monitoreremo con test e tamponi rapidi». E nella giornata di ieri anche il territorio del Comune di Contrada è stato oggetto di nuovi casi di contagio, almeno tre, come ha comunicato lo stesso primo cittadino Pasquale De Santis, che ha fatto anche presente come si tratti di contagi che riguardano lo stesso nucleo familiare e rassicurato anche la comunità, rinnovando l’invito ad usare la massima prudenza: « L’ASL di Avellino mi ha comunicato l’esito positivo di 3 tamponi processati per 3 nostri concittadini. Le persone risultate positive sono contatti stretti di positivi dichiarati nei giorni scorsi stanno bene, non presentano sintomi particolari, si trovano presso le proprie abitazione dove già erano in isolamento.Sono state attivate tutte le procedure di contenimento previste e concertate con la ASL competente». I tre contagi che riguardano Contrada saranno sicuramente inseriti nel bollettino di oggi da parte dell’Asl di Avellino.L’anno nuovo è iniziati con un’altra giornata di tamponi a tappeto nel comune di Montefalcione, dove poco prima di Natale era scattato l’allarme per un possibile rischio di focolaio dopo il contagio che aveva rioguardato i titolari di un’attività commerciale. Così, il secondo giorno dell’anno è stato scandito dalla fase due dello screening sul territorio, quello organizzzato dall’amministra – zione comunale guidata dal sindaco Belli. «Dalle ore 9 alle ore 12 sono stati effettuati circa 150 test antigenici rapidi dagli operatori del Centro diagnostico Delta, con la collaborazione logistica dei volontari della nostra Misericordia. In totale lo screening della popolazione ha registrato una partecipazione di circa 850 persone tra le due giornate organizzate dal Comune. Al Moscati risultano ricoverati nelle aree Covid 39 pazienti, 7 dei quali in terapia intensiva, mentre al Frangipane sono 22 i degenti, tra i quali 1 in terapia intensiva e 4 in sub intensiva.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA