X

Tempo di lettura 2 Minuti

AVELLINO- Il Comune di Avellino ha affidato definitivamente i nuovi interventi ambientali da realizzarsi su Campo Genova per analizzare la falda acquifera, prima della consegna dell’area alle attività mercatali. Come anticipato dalle colonne de “Il Quotidiano del Sud” sarà l’impresa beneventana “Artea s.r.l” a realizzare i nuovi scavi in profondità, per capire se anche la falda non è stata contaminata dai rifiuti speciali rinvenuti nell’area, come già emerso per il terreno analizzato nella prima fase di interventi, risultato non inquinato.

Gli interventi che Palazzo di città ha affidato con uil criterio della somma urgenza, sempre seguendo il cronoprogramma dettato da Noe ed Arpac, cominceranno la prossima settimana, al fine di consegnare i risultati agli enti preposti nella teppistica stabilita dal Tar, e fin qui rispettata. Non dovrebbe occorrere la presenza di un geologo, posto che, sempre come nella prima fase di attività, la questione è stata seguita dal perito della “Artea s.r.l”, oltre che chiaramente dai riferimenti dell’Arpac.

Intanto questo pomeriggio il sindaco di Avellino, Gianluca Festa, incontrerà alcune categorie sindacali ma con un presupposto chiaro: “Sul tavolo non si sarà nessuna alternativa allo svolgimento del mercato a Campo Genova, nelle more delle nuove analisi da realizzare, e men che meno un riutilizzo di Piazzale degli Irpini”, chiarisce Festa. «Ho garbatamente raccolto l’invito di alcune organizzazioni, che addirittura erano scettiche sulla mia disponibilità ad incontrarli – dice sul punto- Ho spiegato loro che le porte del Comune sono sempre aperte, a patto che si rispettino le regole e l’ammini – strazione che garantisce l’interesse pubblico. Quindi non scendo a patti con nessuno né tratto con qualcuno. Sono gli altri che probabilmente hanno compreso le ragioni del Comune e le stanno cominciando a rispettare. Vediamo domani cosa succede».

Il riferimento di Festa è a Confesercenti- imprenditori irpini, assente al tavolo odierno. nonostante può vantare un numero importante di commercianti ambulanti tra gli iscritti.

«Non si tratta di un mancato invito, semplicemente non mi hanno chiesto un incontro – precisa Festa. Sono arrivate quelle di due sigle sindacali, l’Ana e l’Avac, addirittura con tanto di telefonata garbata da parte di Marrigo Rosato. Hanno verificato la mia disponibilità ad incontrarli e sono pronto a farlo, ribadendo che la scelta di Campo Genova non si discute, perchè è l’unica area attrezzata che esiste in città. Ho raccolto una richiesta garbata da parte delle sigle sindacali e le ho invitate al Comune. Di personale non ho nulla contro di loro, ma devo far rispettare le regole e le prerogative della pubblica amministrazione».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares