X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

AVELLINO – Una firma per ribadire la volontà di essere al fianco di chi lotta in difesa del territorio. Nel giorno dell’elezione Tony Lucido, storico presidente della pro loco Alta Irpinia di Sant’Angelo dei Lombardi, eletto ieri presidente dell’ Assemblea regionale Associazione Nazionale pro loco è stato il primo firmatario dell’appello lanciato dal Comitato “Nessuno tocchi L’Irpinia” che si batte contro la realizzazione del biodigestore nel comune di Chianche, nell’areale del “Greco di Tufo”. Un’adesione a cui ne sono seguite centinaia da parte dei rappresentanti delle Pro Locco dell’intera regione tra cui quella del nuovo Coordinatore dei “Borghi più belli d’Italia” Antonio Vella, di Monteverde.

“Il successo di adesione di organizzazioni cosi importanti per la difesa e la valorizzazione del nostro territorio -scrive il “Comitato Nessuno Tocchi l’Irpinia” – conferma la crescente condivisione del principio di questa nostra battaglia di civiltà in difesa di un modello di sviluppo sostenibile e della non opportunità di prendere al di sopra di essi decisioni così importanti che riguardano il loro futuro”. L’elezione di Lucido, nel corso dell’Assemblea regionale riunitasi nel Cinema Teatro San Marco di Benevento, ha messo fine al travagliato periodo di commissariamento dell’Associazione. A presiedere l’Assemblea Regionale il presidente Nazionale dell’Unpli, Antonino La Spina.

A partecipare all’assemblea il consigliere regionale Mino Mortaruolo, il sindaco di Benevento, Clemente Mastella, Renzo Mazzeo presidente Unpli Benevento, il presidente della Pro Loco Samnium Pino Petito. E’ stato Mortaruolo a sottolineare il valore di cui si caricano le pro loco “autentica palestra di vita. E’ un momento delicato per il paese in cui si chiede concretezza per il futuro”. Mastella ha ribadito la sinergia piena con le pro loco. “

Nel mese di febbraio- ha spiegato – mi sono opposto al Carnevale in città perchè il Covid incombeva e c’erano avvisaglie non positive. Oggi più che mai diventa fondamentale fare rete e puntare ad un turismo d prossimità”. Grande l’emozione di Lucido: “Oggi siamo chiamati ad un nuovo protagonismo delle pro loco, a riscoprire un turismo di prossimità. Per noi non è una novità ma si pone in continuità con quanto realizzato fino ad oggi. La sfida è, oggi più che mai, sostenere quanti sono impegnati nella promozione del territorio”. Tantissimi gli attestati di stima giunti a Lucido , dal sindaco di Grottaminarda Angelo Cobino “Un traguardo risultato di tanti successi conseguiti nelle pro loco territoriali” al sindaco di Teora Stefano Farina“I miei complimenti a una persona capace e innamorata di questi luoghi”.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares