X
<
>

Tempo di lettura 4 Minuti

Una colata di fango che ha fatto tornare la paura del dissesto idrogeologico a Monteforte e la città capoluogo completamente allagata. Un pomeriggio di paura a causa del maltempo in Irpinia. Sulla provincia sono caduti in pochi minuti centinaia di millilitri di acqua. Un vero e proprio nubifragio che ha lasciato il segno. E ora tutti sono al lavoro per comprendere a partire dalla zona più colpita, quella di Monteforte Irpino, le cause dello smottamento.


Tanta paura nel centro al confine con il Baianese, dove i detriti colmi di acqua e fango giunti dal vallone a monte del paese, quello chiamato Vallone Scuro è giunto fino in piazza, dove la colata di fango ha fatto temere il peggio,vista anche la velocità con cui ha raggiunto la zona. Cittadini chiusi in casa tra i vicoletti che conducono al centro, invasi dall’acqua nera e dai detriti. I danni, soprattutto alle parti basse delle abitazioni interessate dagli smottamenti non sono mancati.


Visto che ci sono stati notevoli allagamenti a diverse case e qualche automobile trascinata dalla lingua di fango che ha camminato veloce. Ma nessun ferito fortunatamente. Anche perché nel frattempo sui social si sono moltiplicate le condivisioni di video che hanno avvisato le persone a non uscire di casa. Un vero e proprio scenario di paura, quello nella città dell’hinterland, che in poco tempo ha visto intervenire anche il Genio Civile di Avellino.


Sul posto sono intervenute sia una squadra di tecnici a supporto del Comune di Monteforte Irpino, che dovranno verificare le cause della colata di fango che ha interessato il centro del comune irpino che i mezzi necessari sia per ripulire la zona, insieme ai volontari già entrati in azione per liberare dal fango le strade e con le idrovore anche per liberare da acqua e detriti numerose abitazioni invase dalla colata. La colata di fango ha interessato anche la Casa della Cultura che si trova lungo il percorso che ha visto scendere fino in piazza la colata.


Tantissima la preoccupazione, anche perchè la notte potrebbe portare a nuove precipitazioni, visto che l’allerta meteo è stata prorogata fino alle sei di questa mattina. Per questo motivo sono al lavoro gli amministratori, a partire dal sindaco Costantino Giordano e il personale della Protezione Civile per affrontare e dare subito una risposta a questa prima parte di emergenza nel comune della fascia dell’hinterland avellinese. E il rischio non è ancora passato, visto che in serata è stato proprio il primo cittadino Costantino Giordano, con una sorta di appello che è stato lanciato anche sul web, a pregare i suoi concittadini di non uscire di casa, vista anche la condizione di emergenza.

Oggi le scuole nel centro dell’hinterland avellinese potrebbero restare chiuse. «Visti i danni causati dal forte maltempo si raccomanda di non uscire di casa se non per motivi strettamente necessari e improcrastinabili.Si prega di diffondere quanto più possibile la comunicazione. Chiediamo la collaborazione di tutti». Questo il messaggo diffuso sulla pagina ufficiale del sindaco di Monteforte Irpino. Sulla grave situazione che si è registrata a Monteforte è intervenuto anche il segretario di Sinistra Italiana Roberto Montefusco: «La situazione a Monteforte Irpino è questa. Si faccia presto tutto quel che si deve per limitare i danni di queste ore. Sperando che finisca qui. Poi si dovrà fare i conti con un territorio sventrato, maltrattato, calpestato. Che si rivolta. Ora facciamo presto».


La situazione però resta altamente monitorata. In serata anche il Comune di Mercogliano ha disposto la chiusura delle scuole per effetto della grave questione di rischio che ha interessato il comune vicino. A scopo cautelativo il primo cittadino di Monteforte Irpino ha anche disposto l’evacuazione di alcune famiglie nelle zone più a rischio. E proprio per questo, il personale della Protezione Civile, coordinato dalla dirigente Claudia Campobasso, ha allestito all’interno degli edifici scolastici della zona un centro di accoglienza.


Anche se potrebbero anche essere ospitati presso familiari o amici. Si tratta di una decina di famiglie per cui il sindaco Costantino Giordano ha firmato l’ordinanza di evacuazione, si tratta della parte alta del paese. Ovviamente a tutti i residenti dell’area interessata alla colata di fango è stato anche chiesto di non restare nelle parti basse delle abitazioni, alla luce anche del fatto che molte di queste sono state invase dal fango e sono oggetto di intervento da parte di personale del Genio Civile e e Comune di Monteforte.


Una situazione di emergenza quella nel comune dell’hinterland, dove per tutta la notte si continuerà a lavorare per evitare rischi e altre più gravi conseguenze. Un’Irpinia sempre più fragile, quella che fronteggia i disastri ambientali.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares