X
<
>

Condividi:

AVELLINO- Il Piano di Zona di Avellino non perde tempo e, all’in – domani della sospensiva del Tar sulla nomina regionale di tre Commissari ad acta, i rappresentanti dei sedici comuni dell’Ambito sociale A04 danno il via libera ad una serie di progettazioni dal valore totale di un milione e mezzo. L’Assemblea dei sindaci si è tenuta ieri mattina dopo la convocazione di qualche giorno fa avviata dal Presidente Nunziante Picariello su richiesta del direttore ad interim dell’Azienda consortile, il segretario generale di Palazzo di città Vincenzo Lissa.

In premessa il sindaco di Capriglia fa un chiarimento: “In qualità di Presidente dell’assemblea dei sindaci, con il dottore Lissa avevamo convenuto far partire la convocazione della riunione odierna prima della notizia della sospensiva del Tar sul commissariamento. Poteva sembra una cosa anomala- chiarisce ancora Picariello- ma era necessario prepararci perchè, proprio su nota della Regione Campania in data 20 novembre c’era una scadenza importante per l’approva – zione di alcuni atti, e avremmo corso in rischio di perdere una dotazione finanziaria di ben un milione e mezzo a valere sul triennio per progetti extra scolastici. E’ evidente che qualora il Tribunale amministrativo avesse respinto le richiede del capoluogo, la convocazione non avrebbe avuto più valore e non ci saremmo incontrati. Invece siamo riusciti ancora una volta a mettere una toppa e non perdere importanti finanziamenti, e di questo sono soddisfatto perché nonostante qualche diversità di opinione tra i sindaci dei 16 comuni, all’atto concreto si superano tutte le ostilità e approvato provvedimenti importanti a favore dei cittadini. Abbiamo il dovere di andare avanti almeno fino al 7 dicembre, quando ci sarà l’udienza definitiva”.

Ed esprimere soddisfazione anche il sindaco di Avellino Gianluca Festa: “Il Tar al momento ha ripristinato una verità dicendo che l’istruttoria della Regione non è sufficiente. Dice sostanzialmente che è “immotivato un provvedimento con poteri sostituivi per il Piano di zona”. A dicembre vedremo chi avrà ragione. Io sono convinto che l’avremo noi anche perché delle contestazioni che ci sono state avanzate nessuna è rimasta in piedi, le abbiamo smontate una ad una. Intanto con gli altri sindaci, all’unanimità, ci siamo trovati sulla votazione e devo dire che anche qualche piccolo distinguo registrato nei mesi scorsi è stato superato. Un clima di ritrovata collaborazione che non fa che bene alle nostre comunità. Appena la Regione ci erogherà l’annualità relativa al 2019 avremo i soldi sufficienti per attingere anche professionalità esterne. Come ho sempre detto, quando è nata l’Azienda Consortile ha pagato dazio rispetto alla mancanza di fondi per poter assumere, anche a tempo indeterminato, nuovo personale. Abbiamo chiesto il sacrificio a dipendenti interni anche solo per far partire la macchina. Non appena il primo bilancio di competenza sarà erogato dalla Regione Campania avremo i soldi a sufficienza per organizzare la struttura anche con figure esterne. Avremo anche uffici esterni oltre al Comune”.

Nella nuova programmazione, il comune capoluogo ha previsto anche l’attivazione di una struttura da destinare ai senzatetto: “Abbiamo destinato una cifra per realizzare una struttura di accoglienza aggiunge Festa- Proviamo a sostenere con un contributo anche abbastanza consistente il grandissimo lavoro della Caritas”.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA