X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

AVELLINO – Francesco Tedesco, presidente dell’Ordine dei commercialisti, quanto è grave questa crisi economica?
Gli effetti non si sono ancora visti del tutto. Molte aziende resistono ma in futuro per loro sarà dura. Oggi sono bloccati gli sfratti, le esecuzioni sui mancati pagamenti, l’Agenzia delle entrate non si sta attivando, è un po’ tutto fermo proprio per ammortizzare gli effetti della crisi. Nei prossimi mesi sarà dura. La crisi dei settori più colpiti provocherà un effetto domino su tutti gli altri. Faccio un esempio, se ho contratto un mutuo per acquistare un immobile che poi ho deciso di dare in locazione in modo da pagare con il canone le rate, e a un certo punto chi ha preso l’immobile – potrebbe essere un commerciante – va in difficoltà, mentre lo Stato blocca gli sfratti, allora io non avrò più soldi per il mutuo.

Ci sono delle cifre che rappresentano la portata della crisi?
Sarebbe come dare numeri al lotto, i dati sono molto parziali.

Quali sono i settori più colpiti?
Un po’ tutti, sicuramente turismo e ristorazione più degli altri.

Le misure del governo, il decreto Ristori prima e quello Sostegni poi sono sufficienti?
No di certo. I Ristori sono stati poca cosa. Per quanto riguarda i sostegni stesso discorso. Del resto, conoscendo la politica finanziaria che negli passati ha sempre ispirato Mario Draghi non mi aspettavo che ci sarebbero state misure importanti. Draghi è un europeista convinto e vuole mantenere i codi in ordine. In effetti, lo Stato italiano non può farsi carico delle spese necessarie per contenere la crisi, non ha le risorse sufficienti. Anche la Germania in un primo momento era partita stanziando una grande quantità di soldi, molto più dell’Italia, per poi accorgersi che questo tipo di intervento non è sostenibile.

E la soluzione allora quale sarebbe?
Bisogna spostare in avanti il costo di questa crisi attraverso, ad esempio, la decontribuzione del costo del lavoro.

Il superbonus è utile?
L’unica misura che si sta dimostrando efficace è il superbonus: riesce a far girare l’economia non solo delle imprese edili. Credo che bisogna insistere di più proprio sui lavori pubblici.

Quando durerà al crisi?
Difficile fare previsioni, dipende da molti fattori, dai contagi, dalla pandemia, dalla nostra capacità di reagire.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares