X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

BAGNOLI IRPINO- Tutto è cominciato nella piazza di Bagnoli, dove è avvenuto il taglio del nastro. Poi la partenza per il Laceno, e qui, con sullo sfondo le tanto discusse seggiovie, il sindaco Teresa Di Capua ha dato la notizia, quella del rilancio della stazione sciistica, ferma da anni: un progetto che entra nella fase operativa, ha detto, «grazie al lavoro in sinergia tra Regione ed Amministrazione comunale da me guidata, la Regione ha confermato il sostegno e il finanziamento al progetto di riqualificazione della stazione sciistica, con una copertura finanziaria di oltre dodici milioni di euro. Un intervento mirato e diretto, non solo agli impiantio di risalita – ha spiegato il sindaco – ma su tutto il progetto di riqualificazione del Laceno». E’ stata infatti sottoscritta da pochi giorni la convenzione con cui si disciplina il finanziamento, di qui il tanto atteso decreto di finanziamento. La riqualificazione riguarderà tutto il comprensorio e il complesso naturalistico. Notizia confermata da De Luca quando ha ribadito il finanziamento dei dodici milioni di euro e il rilancio del comparto economico e turistico del Laceno.


La seconda notizia che ha segnato la giornata l’ha annunciata il governatore a interventi terminati, e riguarda il futuro dell’ospedale Landolfi di Solofra. Sollecitato sull’argomento, ha ripreso il microfono ed ha annunciato dal palco la riapertura del Pronto soccorso dell’ospedale, che in tempo di lockdown è stato funzionale come ospedale no-Covid.


De Luca ha detto, testuale: «Ho dato indicazione perché si dia priorità ai lavori di ristrutturazione, e per questo investiamo 10 milioni su Solofra. L’ospedale non è a norma, poi dovrà avere alcune specializzazioni, senza fare demagogia, poche cose ma di qualità, non di scarto, e poi l’impegno a mantenere il pronto soccorso. Prima si finiscono i lavori, e su questo bisognerà accelerare, poi si riapre il pronto soccorso del Landolfi». Fin qui De Luca, mentre l’altro giorno si è svolto un sit in organizzato dal comitato a difesa dell’ospedale, proprio davanti al Landolfi. Invece i sindaci di Solofra, Montoro e Serino hanno già fatto richiesta al Governatore Vincenzo De Luca di un incontro urgente.

Il sindaco di Solofra, Michele Vignola, spiega : «Venerdì 24 Luglio, insieme ai Sindaci Giaquinto e Pelosi, ho richiesto un incontro urgente con il Governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca.

Il recente confronto con la dirigenza dell’Azienda Ospedaliera Moscati non ha dissipato i dubbi sulle criticità che interessano l’Ospedale Landolfi.
E’ necessario ed urgente un incontro, anche insieme ad una delegazione dei Sindaci dei Comuni del distretto sanitario di Atripalda, con il Presidente De Luca.

Il Governatore stamane (ieri per chi legge, ndr), in occasione della manifestazione Drive in Rosa che promuove la prevenzione del cancro al seno, ha confermato ad una delegazione del Comune di Solofra guidata dal Vicesindaco Maria Luisa Guacci, l’impegno a convocare l’incontro richiesto». Lo stesso Vignola, nell’apprendere dell’impegno a riaprire il Pronto soccorso, ha accolto con moderato entusiasmo la notizia, ritenendo molto importante l’atteso confronto tra le parti.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares