X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

“La maggioranza si sta mostrando irresponsabile ed è bene che ne paghi subito il conto di fronte al Paese, con nomi e cognomi. Governi di unità nazionale servono alla classe politica e non al Paese. La strada maestra sono le elezioni immediate”.
Lo scrive su Twitter, Gianfranco Rotondi, vice presidente del gruppo Fi alla Camera. E parla di una nuova destra.

“Non sono mai stato prevenuto verso Trump, ma la deriva del trumpismo, e i suoi emuli italiani ed europei, archiviano il centrodestra. Sono stato venticinque anni fa un ideologo-da direttore del ‘Popolo’- dell’incontro del Centro con la destra democratica, ma c’erano la Thathcher, Reagan, Fini, sì, Gianfranco Fini che molti vorrebbero dimenticare ma che ha dato all’Italia una destra democratica, europea e di governo.

Adesso no, non me la sento.Il cinismo porterebbe a piegarci alla convenienza dei numeri, ma un realismo politico più generoso deve portare il Centro a ridarsi un chiaro confine a destra, e gli intellettuali e dirigenti di destra a tornare di corsa a Fiuggi”.

Non può mancare una riflessione su Papa. “Francesco ha fatto un discorso politico, quale mai un Papa da Pio XII in poi. Ciò gli attirerà consensi e critiche, come è giusto che sia. A noi cattolici ha dato il programma più esigente e difficile, racchiuso in quella parola impegnativa: noi! ”.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares