X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

“Il Pd rischia di diventare un partito nordista come impostazione e di appendice clientelare nel Mezzogiorno”.

Gerardo Bianco, esponente del storico della Dc, non vede un futuro roseo all’orizzonte per il Pd dopo le dimissioni da segretario di Nicola Zingaretti, che avvia il partito verso un percorso che non promette nulla di buono.

“Ho votato il Pd per disperazione. Invece di cercare di individuare una piattaforma idea a cui rifarsi, litigano tra di loro aprendo la strada alla destra salviniana”, ragiona Bianco.

“L’Italia si salva con il Mezzogiorno e invece tutta la politica sta andando avanti mettendo di nuovo il Sud in una posizione di subordinazione, la politica che sta vincendo vuole sacrificare ancora una volta il Mezzogiorno”.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares