Tempo di lettura 2 Minuti

AVELLINO – L’Albero di Natale ipermediale, di musica e luci, 26 metri di altezza, si accende a Piazza Libertà. Un migliaio di persone nonostante il freddo con il naso all’insù. In sottofondo il coro del teatro Gesualdo. C’è aria di Natale in città. E speranza. Il sindaco Gianluca Festa e l’assessore Stefano Lungo premono l’interruttore delle luci, applausi. Ci sarà anche una street light gallery, “la prima in Italia, on the road che nei prossimi giorni porterà in giro dei quadri che richiamano i monumenti e le bellezze dell’Irpinia”, dice il primo cittadino. “Un Natale magico – annuncia – che servirà anche a valorizzare le risorse e le eccellenze del nostro territorio”. Festa è compiaciuto della partecipazione: “La gente mi sembra avere apprezzato questo sforzo, stiamo tornando ad esser una grande città, riferimento non solo della Campania ma di tutto il Sud Italia”. Insiste e rilancia: “Il nostro impegno è far sì che questa comunità sia sempre più uguale, che vengano superate le differenze sociali e Avellino torni ad essere orgogliosa di sé e dirlo all’esterno”.
E ancora: “Puntiamo ad un tasso di vivibilità sempre più alto, abbiamo già compiuto scelte epocali che si attendevano da 40 anni, la gente ci ha votato per questo. In soli quattro mesi la musica è cambiata. Ai rosiconi – è il messaggio del sindaco – regaliamo sorrisi, gli diciamo state più allegri, dovete essere contenti per gli obiettivi di questa comunità”. Insomma è Natale, tutti più buoni: “Siamo al fianco dei cittadini che hanno bisogno, di chi è in difficoltà, chi non ce la fa, ci sarà attenzione sempre anche per loro”.
E tutto senza sprechi, senza costi eccessivi, addirittura, dice Festa, “risanando i conti senza mettere le mani nelle tasche dei cittadini”.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •