X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

Giovani artisti irpini e salernitani impegnati nella rappresentazione della storia repubblicana. Spazio anche al tema del forte contrasto tra violenza e amore. Quadri e scatti esposti presso il distributore Eni di Montoro, lungo il raccordo Avellino – Salerno.

 Giovani talenti irpini e salernitani protagonisti di Weekend d’arte, mostra pittorica e fotografica che aprirà i battenti il due giugno a Montoro. Sarà l’Eni Cafè, alla frazione Piazza di Pandola, la location dell’evento che si protrarrà fino al prossimo cinque giugno. Noemi Ricciardelli, Emilia Colangelo, Gerardina Russo, Giusy De Giovanni, Giuseppe De Martino e Giovanni De Mita saranno impegnati nella rappresentazione attraverso quadri e scatti di diversi temi: dalla storia della nostra Repubblica al tema dell’impegno sociale delle donne, dall’amore verso la natura alla lotta alla violenza. Più di una mostra, in realtà si tratta di un modo diverso di intendere un momento della nostra quotidianità. “L’idea – spiega Giovanni Carratù, ideatore dell’iniziativa – è quella di trasformare la sosta al bar in un momento culturale. Moltissimi automobilisti attraverseranno il raccordo Avellino – Salerno in questo week end,tantissime le famiglie, e per quanti si fermeranno a Montoro ci sarà la possibilità di visitare, gratuitamente, la mostra e di apprezzare le capacità di questi giovani che hanno accettato la sfida di cercare di attrarre ed alimentare la curiosità del pubblico, anche di quello che normalmente non si avvicina alla pittura o alla fotografia”. Ogni giorno verranno esposte opere diverse: “Abbiamo deciso di dare un tema ad ogni giornata, per rendere l’appuntamento vivace e lontano dal concetto di staticità. Per la festa della Repubblica verranno esposte due opere per ogni artista. Quadri e scatti che  ripercorrono la storia repubblicana. Il tre giugno, attraverso l’utilizzo di varie tecniche pittoriche, la mostra darà spazio al tema del forte contrasto tra amore e violenza. Argomento che riempie, purtroppo, le cronache e che merita una riflessione anche davanti ad un’opera”. La natura attraverso i colori dei paesaggi campani e la femminilità gli altri temi del week end che si concluderà con una estemporanea dedicata al settantesimo anniversario del riconoscimento del diritto di voto alle donne. La mostra resterà aperta dal due al cinque giugno, dalle dieci alle venti e trenta, l’Eni –Cafè è in corso Pietro Ascolese, nei pressi dello svincolo Montoro Sud del raccordo Avellino – Salerno.  

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares