Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 Minuti

AVELLINO. Nella mattinata di ieri i commissari per il concordato Sidigas, Nicola Rascio, Rosaria Prezzo e Tommaso Nigro, si sono ufficialmente insediati. I commissari, nel pomeriggio, hanno avuto un colloquio con il sindaco di Avellino, Gianluca Festa. Il primo cittadino ha fatto il punto: «È stato un incontro molto cordiale, all’insegna della grande disponibilità a impegnarsi per affrontare nel miglior modo possibile questa vicenda, grazie alla loro grande esperienza. Abbiamo avuto modo di parlare delle scadenze che riguardano l’Avellino in Serie C, ma anche  della Scandone, iscritta in Serie B, in modo da tutelarne il valore economico oltre che il legame affettivo ed emotivo delle squadre con la comunità e per la comunità. Aspetti che vanno salvaguardati. Ai commissari ho chiesto attenzione e soprattutto riscontrato la massima disponibilità. E’ il momento di agire – incalza Festa – Chi realmente ha cuore le sorti di questa comunità, del popolo biancoverde, deve farsi avanti. Ora non c’è più tempo da perdere. Nei giorni scorsi ho avuto delle interlocuzioni che nei prossimi giorni porteranno  a ricevere delle proposte di disponibilità per avviare anche un dialogo tra con il Tribunale, ma oltre ogni valutazione, c’è bisogno che arrivino PEC al custode giudiziario, Francesco Baldassarre». Il sindaco ha poi continuato: «Entro la prossima settimana abbiamo bisogno di una risposta in in un senso o nell’altro. O qualche acquirente si fa avanti, o si dovrà guardare alla campagna acquisti da parte di Us Avellino e Scandone. Non si può attendere il 31 luglio. Il mio auspicio è che D’Agostino o altri imprenditori si facciano avanti. La palla, poi, passerebbe al Tribunale, in particolare a Baldassarre e ai commissari, per poi procedere ad una trattativa».

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •