Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 Minuti

AVELLINO- Le due gare di Coppa Italia hanno sicuramente fornito delle ottime risposte agli addetti ai lavori, quindi mister Ignoffo ed il suo vice Cinelli e sicuramente al direttore sportivo Salvatore Di Somma, a cui mancano altre 4-5 pedine per chiudere un mosaico, allestito a tempo di record dopo le note vicende che hanno rallentato non poco le manovre in vista della corrente stagione calcistica 2019/2020 di Serie C. Di queste 4-5 pedine, sicuramente 3 saranno quelle fondamentali, in sostanza un titolare per reparto per alzare così il livello tecnico di una squadra che ha comunque saputo battagliare al meglio, prima con la riammessa Paganese e poi soprattutto con il Bari, squadra che tutti gli addetti ai lavori annoverano come la grande favorita alla vittoria del torneo e quindi al salto diretto in Serie B. Tre titolari, uno per reparto. Cominciamo dalla difesa dove il prescelto è sempre Eodardo Blondett: l’ex Casertana e Cosenza è ormai vicinissimo a vestire la maglia dei lupi. Dovrebbe giungere ad Avellino anche il ‘2000 dell’Inter Rizzo. relli) e soprattutto un centravanti di area di rigore: qui la lotta a due sembrerebbe essere tra due ex graditi alla tifoseria quali Zigoni e Comi; in avanti poi potrebbe arrivare anche un giovane. Anche se ieri è rimbalzata fortemente la voce che porterebbe a un grande ritorno, ovvero quello di Gigi Castaldo, che dovrebbe però rescindere il suo legame con la Casertana prima di vincolarsi nuovamente ai biancoverdi. Al di là delle 37 primavere, Castaldo sarebbe sicuramente un grande colpo ancora per la Serie C. Così aveva parlato Ignoffo a fine gara: “Non potevo chiedere di più a questi ragazzi che in quattro giorni hanno fatto due partite, impegnative entrambe. Avevo chiesto mentalità e compattezza per non ripetere gli errori di Pagani, e mi hanno accontentato. Abbiamo giocato contro una super squadra quale il Bari. Siamo stati bravi a difendere, e non dare soprattutto profondità a due grandi attaccanti quali Simeri e soprattutto Antenucci. Dobbiamo ancora migliorare tanto, come reparto. Importante non sia concettuale, lì lavoro io. I ragazzi hanno dato l’anima. Il campionato sarà dura, sappiamo che dobbiamo correre e lottare su tutti i palloni se vogliamo dire la nostra”.
Giovedì alle 16 possibile amichevole a Venticano con l’Eclanese.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •