X
<
>

Tempo di lettura 3 Minuti

Palermo 0
Avellino 2

Marcatori: 21’pt D’Angelo (A), 57’st Fella (A)
Palermo (3-5-1-1) Pelagotti; Peretti, Lancini, Accardi; Doda (29’pt Kanoute), Luperini, Odjer, Broh (64’st Santana), Valente; Rauti (72’st Silipo), Lucca (64’st Saraniti). A disp.: Fallani, Matranga, Floriano, Martin, Saraniti, Silipo, Santana, Kanoute, Somma, Cangemi, Marong. All.: Boscaglia.


Avellino (3-5-2) Forte; L. Silvestri, Miceli, Rocchi; Ciancio (77’st Rizzo), Aloi (63’st Silvestri), De Francesco, D’Angelo, Burgio (50’st Tito); Fella (77’st Bernardotto), Santaniello (50’st Maniero). A disp.: Pane, Pizzella, Dossena, Nikolic, Rizzo, Tito, Adamo, Bruzzo, M. Silvestri, Maniero, Bernardotto. All.: Braglia.


Arbitro: Marcenaro di Genova. Assistenti: Vitali di Brescia e Salvalagio di Legnano. Quarto ufficiale: Costanza di Agrigento.
note: al 34′ pt allontanato Di Somma per proteste; angoli 6-3; ammoniti: Odjer, Luperini (P) Aloi, Ciancio (A); recupero: 1’pt – 4’st

AVELLINO. Vittoria doveva essere, vittoria è stata. L’Avellino sbanca, dopo quarant’anni, il “Renzo Barbera di Palermo. Decidono le reti di D’Angelo nel primo tempo e Fella nella ripresa. Rosanero pericolosi solo con due colpi di testa di Valente e Lucca e nulla più. Altra prestazione impeccabile della difesa biancoverde, bene anche De Francesco. Sei i punti, in attesa dei recuperi con Turris e Bisceglie, conquistati dalla formazione di Braglia. Formazione che lunedì prossimo (ore 21) sfiderà la Juve Stabia che nella giornata di ieri ha rimontato per 2-1 la Virtus Francavilla in casa.


PRIMO TEMPO. All’annuncio delle formazioni, Fella vince il ballottaggio con Maniero in attacco, Burgio viene schierato sulla corsia di sinistra al posto di Tito. A centrocampo esordio dal primo minuto per Aloi Il Palermo lancia dal primo minuto, l’ultimo arrivato, Luperini. I padroni di casa sfiorano il vantaggio al 14’. Cross di Odjer dalla destra, colpo di testa di Valente e pallone oltre la traversa. L’Avellino acciuffa il vantaggio al 21’ del primo tempo. Cross di Aloi al centro dell’area, D’Angelo colpisce al volo col piatto destro e fulmina Pelagotti. La reazione del Palermo arriva al 25’, colpo al volo di Rauti e palla sul fondo. Boscaglia costretto al primo cambio della gara al 29’, dentro Kanoute fuori Doda. Al 34’ espulso Di Somma per proteste. Il direttore sportivo dell’Avellino ha contestato la decisione del guardalinee, che non ha assegnato una rimessa laterale all’Avellino. Al 41’ il Palermo sciupa la palla del pareggio. Colpo di testa sballato di Luperini, che ha favorito l’inzuccata di Rauti. Forte ha respinto col piede destro e Lucca, sempre di testa, ha colpito malissimo: pallone oltre la traversa, sospiro di sollievo per l’Avellino. Dopo sessanta secondi di recupero termina il primo tempo. L’Avellino chiude in vantaggio con la rete segnata da D’Angelo al 21’. Palermo pericoloso nel finale con la conclusione sbagliata da Lucca a tu per tu con Forte.


SECONDO TEMPO. Partenza sprint del Palermo. Deviazione di Miceli ad anticipare Lucca, il pallone scivola sul fondo a pochi centimetri dal palo. Sessanta secondi dopo rete annullata al Palermo. Fuorigioco di Accardi, liberato oltre la difesa biancoverde dalla sponda di un compagno. L’Avellino reagisce con Fella che vince un contrasto con Luperini al limite dell’area, ma calcia troppo in fretta: pallone oltre la traversa. Al 10’ contropiede tre contro uno non sfruttato dall’Avellino. Maniero anticipato, poi D’Angelo ha sbagliato lo stop e la difesa del Palermo se l’è cavata. I siciliani ci provano con il tiro-cross velenoso di Broh, al 12’, Forte si tuffa ma lascia correre il pallone sul fondo. L’Avellino agguanta il raddoppio. Errore del Palermo, Fella sfonda sulla sinistra, entra in area e spedisce il pallone all’angolino, sul palo più lontano. E’ raddoppio per la truppa di Braglia. Al 29’ Forte sbarra la porta alla conclusione nello specchio di Kanoutè. Il pallone termina in calcio d’angolo.

Al minuto 80’ Maniero si divora il 3-0, ma possibile contatto dubbio in area con Accardi che ha trattenuto l’attaccante, non permettendogli di battere a rete, sul cross di De Francesco. Al 43’ Forte ancora deciso in uscita sul cross di Valente. Secondo successo di fila per gli uomini di Braglia che hanno due partite da recuperare rispetto alle altre squadre.

  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares