X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

 Beni per oltre tre milioni di euro sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza di Caserta a due società – una casa di cura convenzionata con il Servizio Sanitario Nazionale e una società che commercializza prodotti medici e ortopedici – accusate di una ingente evasione fiscale.
    Secondo gli inquirenti, la Carsic di Ernesto Caterino e la M.I. Medical, avrebbero omesso, rispettivamente, dei versamenti all’Erario di ritenute fiscali certificate e dell’Iva.
    La Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere ha chiesto e ottenuto dal gip una confisca “per equivalente” dei beni” intestati alle società e ai loro amministratori. I finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria hanno messo i sigilli a immobili, rapporti finanzieri e quote societarie.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares