X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

MONDRAGONE- E’ stato completato nelle palazzine dell’ex Cirio a Mondragone l’esame dei tamponi effettuati dopo i 15 giorni di incubazione del virus. Sono stati effettuati altri 450 tamponi e isolati i residui 17 casi positivi per i quali è in corso il trasferimento nelle strutture sanitarie Covid.

Il focolaio è al momento spento. Si rende così possibile alla mezzanotte di ieri eliminare la zona rossa. Come da ordinanza, resta l’obbligo di indossare la mascherina anche all’aperto per gli abitanti di Mondragone. “Tenuto conto dell’esito degli screening fatti nei giorni scorsi, da cui sono emersi casi di positività al virus in lavoratori stagionali impegnati in aziende agricole, in massima parte extracomunitari e provenienti anche da Paesi dove sono in corso significativi focolai, è in fase di definizione una nuova ordinanza per il contenimento del Coronavirus”.

Lo ha reso noto l’unità di crisi della Regione Campania. Con il documento viene disposto l’obbligo di adozione, da parte delle aziende agricole che operano sul territorio regionale, di misure finalizzate alla tempestiva individuazione di eventuali casi positivi e alla conseguente gestione del caso. Il protocollo prevede, tra l’altro, l’obbligo di rilevare le presenze giornaliere nelle aziende, per agevolare le attività di screening e di assicurare la tracciabilità degli eventuali casi di contatto con persone positive. Previsto anche l’obbligo di mettere a disposizione i dati relativi ai lavoratori e di consentire i controlli sanitari (tamponi e/o test sierologici ), anche a campione, anche nelle stesse aziende. L

a stessa ordinanza “raccomanda a tutti i titolari delle attività delle quali è stata consentita la riapertura con recenti ordinanze (ad esempio attività di ballo, sport di contatto) di attuare puntualmente le misure di sicurezza prescritte”. Si conferma fino al 14 luglio l’obbligo di indossare la mascherina anche all’aperto nella città di Mondragone, recentemente interessata da diversi casi di contagio.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA