X

Tempo di lettura < 1 minuto

CASERTA – «Abbiamo concluso un accordo che ha avuto un percorso tortuoso, ma ha prodotto un’intesa in cui si revocano i licenziamenti, si ristabilisce un percorso condiviso di gestione delle ricollocazioni e ritorna la regia in sede ministeriale». Così in una nota congiunta Antonio Accurso, segretario generale Uilm Campania e Giovanni Rao, responsabile di settore per lo stesso sindacato, sull’accordo siglato nel pomeriggio per la vertenza dei lavoratori della Jabil di Marcianise.
«Nelle prossime settimane – aggiungono i due sindacalisti – saremo tutti impegnati per superare questo momento critico con l’auspicio che le drammatizzazioni degli ultimi giorni rimangano solo un cattivo ricordo. Con l’impegno e la determinazione abbiamo ristabilito che in Italia la legge va rispettata da tutti anche dalle multinazionali». Dunque vengono ritirati i 190 licenziamenti e per cinque settimana i complessivi 540 lavoratori del sito di Marcianise percepiranno la cassa integrazione per Covid 19 in attesa della ricollocazione in altre aziende di una parte di loro».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares