Salta al contenuto principale

Guardia di Finanza scopre truffe all'Inps, tredici misure cautelari

Campania

Tempo di lettura: 
1 minuto 4 secondi

A conclusione di un'articolata indagine la Guardia di finanza della Compagnia di Ottaviano ha eseguito un'ordinanza cautelare a carico di tredici persone, sette delle quali sottoposte alla misura cautelare degli arresti domiciliari e sei all'obbligo di presentazione alla p.g., tra cui un dottore commercialista e due consulenti del lavoro, indagati per i reati di associazione per delinquere, truffa ai danni dell'Inps e favoreggiamento all'immigrazione clandestina. Dopo accurate operazioni di polizia giudiziaria, inizialmente attivate di iniziativa e poi coordinate dal Procuratore Paolo Mancuso, i militari della Guardia di finanza hanno portato alla luce l 'esistenza di due solide ed organizzate strutture criminali, ben radicate nei comuni di San Giuseppe Vesuviano, Terzigno e Poggiomarino, dedite alla predisposizione ed instaurazione di fittizi rapporti di lavoro, precostituiti solo cartolarmente, e di brevissima durata, finalizzati esclusivamente al fraudolento percepimento, da parte di lavoratori italiani, di indennita' da parte dell'Inps e all'ottenimento, da parte di lavoratori stranieri, del permesso di soggiorno. Molte risultavano essere le ditte fantasma create dalle associazioni a delinquere al fine di permettere la fittizia instaurazione dei rapporti di lavoro, aziende mai esistite che hanno assunto e licenziato formalmente una quantita' enorme di dipendenti che cosi' hanno potuto richiedere ed ottenere i requisiti necessari per l'ottenimento di indennita' di disoccupazione od anche quelle conseguenti alla maternita'.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?