Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 Minuti

GROTTAMINARDA – Nell’ambito dei servizi specifici predisposti dalla Direzione della Polizia Stradale di Avellino sulle grandi arterie stradali della provincia, finalizzati al contrasto del fenomeno dei furti e rapine, alle ore 17,00 di ieri, nel corso di un posto di blocco predisposto ai Caselli di Grottaminarda della Autostrada A16, personale della dipendente Sottosezione Polizia Stradale di Grottaminarda, sottoponeva al fermo per controllo una autovettura Opel Zafira i cui due occupanti privi di documenti risultavano essere di nazionalità ghanese. I controlli immediatamente effettuati, anche attraverso fotosegnalamento e interrogazione delle banche dati, consentivano di acclarare che uno dei due, con precedenti e numerosi Alias, era colpito da un ordine di carcerazione. In particolare a carico di A.Y. di anni 25, risultava pendente un provvedimento di rintraccio per la notifica di ordine di carcerazione in esecuzione di sentenza di condanna a mesi 11 di reclusione divenuta definitiva ed emessa dalla VI° Sezione del Tribunale di Napoli per reati in materia di spaccio di stupefacenti mai notificata in quanto il cittadino extracomunitario si era reso irreperibile. Il provvedimento a carico del cittadino ghanese veniva eseguito accompagnando lo stesso presso la Casa Circondariale di Capodimonte Benevento dopo aver notiziato il Pubblico Ministero della Procura della Repubblica di Benevento.
Il controllo certosino degli operatori consentiva, inoltre, di accertare che l’autovettura a bordo della quale viaggiavano i cittadini ghanesi, era priva di copertura assicurativa ed il telaio abbinato a targhe ritirate dalla circolazione. Per tali illeciti si procedeva amministrativamente con sanzioni previste dal cds.
L’impegno della Polizia Stradale di Avellino di contrasto alle attività illecite sulle arterie di grande collegamento, prosegue senza sosta con l’obiettivo di consentire all’utenza la necessaria sicurezza sulle strade che quotidianamente percorre.