X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

Movida sì ma non ‘fracassona’ e rispettosa del diritto alla quiete dei residenti. E’ quanto chiedono i residenti del centro antico di Napoli che ieri mattina, in piazza Bellini, a Napoli, hanno avviato una raccolta di firme che presenteranno al sindaco Luigi de Magistris. Una petizione già sottoscritta da centinaia di persone.
    I residenti della zona hanno dato vita al “Comitato quiete pubblica napoletana e vivibilità cittadina” ed oggi in piazza hanno illustrato le loro ragioni. Hanno ricordato che quello alla quiete è un diritto. Molto spesso i rumori di fondo impediscono anche di svolgere, nelle abitazioni, qualsiasi tipo di attività.
    Sì alla movida in zona, allo sviluppo delle imprese ricettive ma nel pieno rispetto delle regole e del decoro urbano. I disagi maggiori sono lamentati soprattutto nel week end quando migliaia di giovani si ritrovano in zona. Per prima cosa sarebbe necessario intensificare i controlli sulla viabilità.

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA