X
<
>

Condividi:

NAPOLI – Un “invito” dalla Regione Campania a tutti i Comuni ” a cominciare da Napoli” affinché “predispongano soluzioni di emergenza” per far fronte allo stop di circa un mese del termovalorizzatore di Acerra previsto a settembre. A lanciarlo è il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, che  richiama l’attenzione “sull’emergenza rifiuti”.     De Luca ha spiegato che “ogni Comune, a cominciare da Napoli, deve trovare un sito nel quale stoccare provvisoriamente i rifiuti, altrimenti andiamo in grande difficoltà”. “Prepariamoci per tempo – ha aggiunto De Luca – non è un grande problema trovare un sito dove stoccare i rifiuti per due mesi per poi rimuoverli quando torna a funzionare l’impianto di Acerra”. “Ma muoviamoci, perché vedo che ci sono Comuni che dormono in piedi”, ha concluso il presidente della Campania.   
Sull’appello del Governastore montano le polemiche   «La crisi rifiuti alle porte non  può attendere, servono soluzioni che non mettano all’angolo i  sindaci, servono risposte sostenibili che non mettano a rischio  l’ambiente e la salute dei cittadini», afferma il presidente  del gruppo di Forza Italia del Consiglio regionale della  Campania, Armando Cesaro che nei giorni scorsi ha chiesto la  convocazione della commissione Ambiente «per valutare tutte le  possibili soluzioni per fronteggiare l’imminente emergenza  rifiuti».

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA