X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

NAPOLI – I Carabinieri della compagnia di napoli centro hanno fornito – tra domenica sera e questa notte – il massimo impegno nella lotta allo spaccio. La zona dei decumani e piazza bellini sono spesso luoghi frequentati da “clienti” – a volte anche minorenni – che cercano la droga da pusher senza scrupoli.
Nella lente di ingrandimento dei militari dell’arma e su disposizione del comando provinciale di napoli c’è piazza san giovanni maggiore. Proprio lì sono stati arrestati per spaccio di sostanze stupefacenti due cittadini gambiani di 18 e 20 anni già noti alle forze dell’ordine.


I carabinieri del nucleo operativo della locale compagnia li hanno bloccati mentre cedevano della marijuana ad un minore. Perquisiti sono stati trovati in possesso di alcuni grammi di droga tra hashish e marijuana.
I due ora sono ristretti nelle camere di sicurezza della caserma in attesa di giudizio.


Questa notte i militari del comando provinciale di Napoli hanno arrestato per spaccio un 26enne incensurato di origini nigeriane. I militari sono intervenuti in piazza bellini mentre il 26enne cedeva una dose ad un cliente in cambio di denaro. L’arrestato è agli arresti domiciliari in attesa di giudizio.
E’ la volta dei quartieri spagnoli dove i militari – su disposizione del comando provinciale di napoli – hanno effettuato diverse perquisizioni domiciliari. In un appartamento è stata rinvenuta e sequestrata una pistola scaccia cani senza tappo rosso identica a quelle utilizzate dalle forze dell’ordine. Era di un 16enne, l’aveva nascosta nella sua stanzetta.


Continuano i servizi a largo raggio: 228 le persone identificate delle quali ben 79 sono pregiudicati. I Carabinieri hanno denunciato 4 persone: un parcheggiatore abusivo, due ragazzi poco più che maggiorenni – in due diversi episodi – fermati con due coltellini a serramanico ed un condòmino del centro storico beccato a rubare l’energia elettrica.
I servizi proseguiranno nei prossimi giorni focalizzando l’attenzione nei luoghi della movida.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares