X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

Resta in zona gialla la Campania. Ma, alla vigilia del primo fine settimana libero dopo mesi, il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, invita al rigore altrimenti, avverte nella consueta diretta Fb del venerdì, «tra due settimane non saremo in zona arancione ma in quella rossa».

Intanto la curva dei contagi resta stabile, con un indice di positività pari al 9.15%. Sono 1.898 i nuovi casi a fronte di 20.727 tamponi molecolari e 8.393 tamponi antigenici. Lo comunica l’Unità di crisi della Regione, specificando che dei nuovi positivi 1.288 sono asintomatici, 610 quelli con sintomi. I guariti sono 2.371 e le vittime crescono di 24 unità. Sono 137 i posti letto di terapia intensiva occupati (656 il totale di quelli disponibili), 1.452 i ricoverati nei reparti (3.160 i posti a disposizione).

E, soprattutto, si prosegue con la campagna di vaccinazione anche se la Campania, denuncia ancora una volta De Luca, «resta ancora l’ulti – ma nella percentuale dei vaccini distribuiti ». Ad oggi in regione sono stati vaccinati con la prima dose 1.202.252 cittadini; di questi, 461.456 hanno ricevuto la seconda dose.

Le somministrazioni effettuate sono state, in totale, 1.663.708.E domani si punta ad accelerare ancora di più, soprattutto a Napoli dove l’Asl Napoli 1 ha previsto con l’apertura del nuovo hub vaccinale nell’Hangar Atitech dell’aeroporto di Capodichino un totale di 10.909 cittadini convocati per le somministrazioni.

Sarà la cifra più alta di convocazioni mai raggiunta in un singolo giorno a Napoli. Alla Mostra d’Oltremare ci saranno 1.200 convocati della fascia di età 50-59 anni e 2.933 convocati per la seconda dose, al Museo Madre 300 napoletani dai 70 ai 79 anni e 206 di categorie varie per il richiamo, mentre alla Stazione Marittima ci saranno 1.100 convocati tra i 60 e 69 anni oltre a 164 per il richiamo. Mille i caregiver convocati alla Fagianeria di Capodimonte a cui si aggiungono 206 cittadini per la seconda dose, mentre all’hangar di Capodichino ci saranno 2.000 convocati di 50-59 anni.

Il truck del Rione Sanità chiuderà la sua settimana nel quartiere con 800 convocati, prima di trasferirsi da giovedì 6 maggio a Ponticelli. Ci saranno infine 1.000 convocati a Capri, suddivisi a 500 nel Centro Paradiso e 500 nel Palazzetto dello Sport. Sul maxi-hub vaccinale di Capodichino De Luca confida molto per un netto passo in avanti nelle vaccinazioni e per raggiungere, entro luglio, l’obiettivo di immunizzare la città di Napoli: 32 saranno i box vaccinali su una superficie di 10mila metri quadri, 150 unità di personale impegnate ogni giorno per poter erogare fino a sei-ottomila dosi quotidiane.

L’hub vaccinale è stato pensato in vista dell’enorme aumento delle vaccinazioni previste da maggio: la Campania sta arrivando spesso alla media di 15.000 somministrazioni al giorno ma confida di aumentare arrivando a 30.000. E mentre la corsa dei vaccini procede, De Luca annuncia che ” la prossima settimana Capri sarà isola Covid free e faremo una campagna di promozione mondiale».

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares