X
<
>

Condividi:

Napoli, – Luigi Traettino, 49 anni, casertano, imprenditore edile, è il nuovo presidente di Confindustria Campania. Già presidente di Confindustria Caserta dal dicembre 2016 al marzo 2021, Traettino è stato eletto all’unanimità dall’assemblea, composta dai leader delle cinque territoriali campane. Succede a Vito Grassi e resterà in carica per il biennio 2021-2023. Traspare emozione dalle sue prime parole da presidente di Confindustria Campania:

“Sono onorato e orgoglioso – dice l’imprenditore che è nato e vive attualmente a Caserta dove è titolare dell’impresa di costruzioni ‘Landolfi & Traettino’ – di poter ricoprire un incarico così prestigioso e importante. Sono grato all’assemblea e ai miei colleghi presidenti per aver dimostrato fiducia nei miei confronti”. Traettino adesso dovrà rimboccarsi le maniche e sa bene che non sarà semplice affrontare le prossime sfide:

“Sento la responsabilità di un impegno che si presenta gravoso specie in un momento come questo, segnato da oltre un anno di sofferenze per tutti e in particolare per chi fa impresa. Sono ottimista e credo che tutti insieme riusciremo a superare questa fase critica e a ripartire con ottimismo e voglia di crescere”.

Il neopresidente di Confindustria Campania ha poi posto l’accento sulla necessità di dimostrare compattezza per avviare la ripresa: “Credo che la coesione tra tutti gli imprenditori campani debba essere la leva per lo sviluppo strategico regionale. La crisi Covid ha evidenziato un pesante gap tra imprese meridionali e quelle del Nord in termini di innovazione e digitalizzazione, aggravando una situazione già molto critica. Ora abbiamo una straordinaria e irripetibile opportunità di sviluppo rappresentata dal Recovery fund. Dobbiamo essere bravi a spendere bene queste risorse, presentando progetti organici e credibili”.

E proprio il Recovery fund è al centro delle prossime strategie per la crescita del territorio campano: “Bisogna intervenire – ha evidenziato Traettino – in tre aree fondamentali: riforme, investimenti in infrastrutture e investimenti industriali” L’ultima considerazione del presidente Traettino è dedicata all’importanza di un rapporto virtuoso con le istituzioni:

“In questa fase è fondamentale una collaborazione tra soggetti pubblici e privati, che devono approntare insieme un progetto di modernizzazione del territorio, basato su riforme e investimenti – rimarca -. Non siamo un’organizzazione partitica, ma una realtà che sente forte il senso di responsabilità sociale verso la comunità in cui opera. Alla Regione Campania e al presidente De Luca, al quale va riconosciuto di aver svolto un ottimo lavoro lungo tutto il periodo della pandemia, – ha concluso – assicuriamo la massima collaborazione per cercare di avviare tutti insieme un percorso di ripresa e sviluppo per l’intera comunità campana”.

Condividi:

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA