X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

Una scommessa con un amico potrebbe aver costato la vita a  Emmanuele Pirozzi, il 23enne che due giorni fa è precipitato nel vuoto dall’obelisco di Piazza San Domenico a Napoli. 

 “Come scendo, ora?”, avrebbe chiesto agli amici  una volta salito in cima, ad un altezza di quasi 26 metri. Aiutatemi, non riesco a scendere“, facendosi prendere, probabilmente, dal panico sempre più forte fino a perdere l’equilibrio.

Alcuni amici avrebbero dichiarato ai carabinieri che “stavamo scherzando. Emmanuele ci aveva sfidato dicendo loro che si sarebbe arrampicato sopra l’obelisco e che la sua impresa avrebbe fatto il giro della rete“. In poco tempo si è passati dalle risate alla tragedia. 

 La Procura di Napoli intanto ha aperto un’inchiesta e dalle prime testimonianze raccolte, pare che prima della folle arrampicata, Emmanuele e gli amici avrebbero festeggiato un compleanno, bevendo anche alcolici.

 L’addio al giovane per amici e parenti è avvenuto nella Chiesa Nostra Signora del Sacro Cuore, in via Scala al Vomero.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares