X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

NAPOLI – «Nuovi schiavi in arrivo in Campania, alla faccia del Primo Maggio. Il lavoro è dignità, diritti e tutele, eppure è stato annunciato l’arrivo di 20mila braccianti nella nostra regione». Così, in una nota, la «Lega Salvini premier della Campania» per la quale «Serve certamente manodopera per i nostri campi e il nostro settore agroalimentare, ma non possiamo reclutare migliaia di lavoratori a pochi euro, che spesso alimentano caporalato e sfruttamento». «Chiediamo la reintroduzione dei voucher e la possibilità di assumere italiani disoccupati e giovani. Il partito del governatore De Luca è per la sanatoria degli immigrati, la Lega lotta per difendere la manodopera italiana ed evitare sfruttamento, concorrenza sleale e contrazione dei diritti. Prima i campani», conclude la nota della Lega.

“Incredibile, invece di aiutare a trovare lavoro a giovani e disoccupati italiani, anche oggi qualcuno preferisce gli immigrati, spesso irregolari. Vergogna al governo e anche a De Luca, che non vuole in Campania altri italiani ma sta zitto di fronte all’arrivo di migliaia di stranieri. La Lega non cambia idea: prima gli italiani!”. Lo dice il leader della Lega Matteo Salvini, a proposito del previsto arrivo di 20mila braccianti in Campania per la raccolta di frutta e verdura.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares