X

Tempo di lettura < 1 minuto

NAPOLI – Il Tar ammette alle prove suppletive i candidati che avevano presentato ricorso per il concorsone indetto dalla Regione Campania. Sono più di 40 i ricorrenti al concorso Ripam Regione Campania, tutti assistiti dallo studio legale Leone Fell e C, cui il Tar della Campania (Sezione Quinta, presidente Maria Abbruzzese) ha pronunciato, con decreto datato 1 giugno, l’ammissione con riserva ai fini della sola partecipazione alla successiva fase concorsuale nelle date rispettivamente calendarizzate per i profili di pertinenza, sia per la categoria C (diplomati) che per la categoria D (laureati). «Siamo lieti che il Tar continui ad ammettere i nostri ricorrenti al concorso – commentano gli avvocati Leone Fell e C – Il Tar ammette le nostre richieste e conferma i dubbi sulle lacune del concorso, confermando ancora una volta quanto le prove organizzate dal Formez per il concorso Regione Campania siano lacunose e illegittime ». Il Tar fissa la Camera di consiglio per il prossimo, il tribunale amministrativo ha emanato un decreto che consente ai ricorrenti di partecipare alle prove scritte suppletive dei concorsi rispettivamente sostenuti – quanto alle prove preselettive con esito non favorevole – che, risultano allo stato fissate in date non compatibili ovvero dall’8 al 12 giugno.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares