X

Tempo di lettura 3 Minuti

NAPOLI- Sono 27 i pazienti risultati positivi ieri in Campania a fronte di 775 tamponi “processati” nelle strutture regionali. Il totale dei positivi sale dunque a 4746 a fronte di un totale tamponi di 293368 Un solo paziente è stato dichiarato guarito. Il totale dei guariti dall’inizio dell’emergenza è di 4.087.

Il presidente della Giunta regionale della Campania, Vincenzo De Luca detta la linea: “Sugli ingressi in Italia occorrono controlli rigorosi. Si è per esempio verificato l’arrivo con un volo diretto New York-Roma, di un cittadino campano risultato positivo solo dopo i controlli cui è stato sottoposto arrivato a destinazione, dopo aver viaggiato anche in pullman e in treno. Si segnalano inoltre casi di arrivi di cittadini dell’est, tra cui braccianti e badanti, in assoluta promiscuità a bordo di pullman, senza nessun controllo efficace. In relazione a qualche altro caso di positività registrato, è bene ricordare ai medici di famiglia di non sottovalutare situazioni in cui il paziente presenta sintomi e di sottoporlo al tampone. Si rilevano – continua – comportamenti che segnalano un pericoloso rilassamento generale. In queste condizioni il rischio – aggiunge – è che non arriveremo neanche a settembre, quando potremo essere costretti ad affrontare l’anno scolastico in condizioni gravissime”.

Ma è subito scontro politico: “Rifiuti, ospedali chiusi, immigrazione senza regole: De Luca chiacchiera, non risolve i problemi ed è lontanissimo dai governatori più apprezzati d’Italia che sono leghisti. Dietro gli insulti, la rabbia e le barzellette, De Luca nasconde i problemi che non sa risolvere e la paura di perdere”. Lo dice il leader della Lega Matteo Salvini commentando la classifica pubblicata da Il Sole 24 Ore sul gradimento dei Governatori. Il senatore di Fratelli d’Italia, Antonio Iannone, Commissario regionale di FdI in Campania aggiunge: “Peccato che le Olimpiadi siano state rinviate perché Vincenzo De Luca avrebbe potuto gareggiare, e senza dubbio vincere, nella categoria ‘scaricabarile’. Infatti, quando si tratta di rigettare su altri le responsabilità è un campione olimpico. Non contento della figuraccia su Mondragone, che ha mostrato il vero volto della lotta che la Campania da lui amministrata ha fatto alla diffusione del Covid-19, ora punta il dito contro il governo, che tra l’alto sarebbe il suo, denunciando che in Italia gli ingressi sono del tutto incontrollati. Siamo dinanzi all’ennesima farsa di un governatore che quando tutto andava bene, non certo per merito suo, parlava di lanciafiamme. Ma i fatti si sono incaricati di dimostrare che in pugno aveva soltanto una pistola ad acqua, e presto ne se renderanno conto anche gli elettori della Campania”.

E Severino Nappi della Lega Campania. “Anche su Mondragone De Luca continua a raccontare balle. Era tutto sotto controllo sino ad ieri. Ora che non ha più potuto nascondere la verità, con i contagi che purtroppo aumentano, la colpa diventa del governo che non fa i controlli alle frontiere. Dimentica di aver favorito lui nelle scorse settimane l’ingresso di 20.000 stranieri. Dimentica di aver omesso ogni attività di prevenzione. Insomma, De Luca dimentica di fare il suo dovere perché è troppo preso a raccattare voti imbarcando chiunque”. Infine la nota, il segretario nazionale di Alleanza di Centro, Francesco Pionati “Dopo Mondragone, Avellino ( vedi servizio pagina 9 ndr): nove contagi nelle ultime ore e la rianimazione del Moscati che riapre i battenti. Ecco a cosa portano le sparate di de luca, impegnato a inondare il web con i suoi sermoni invece di lavorare ad una sanità colabrodo. Stia attento il governatore sceriffo: fino ad ora il covid ci ha risparmiati, ma se le cose dovessero cambiare non è certo con le sue battute da cabaret che verrà fermato. Servono tamponi a tappeto e una prevenzione seria a presidio dei territori”.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares