X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

NAPOLI – «A me dispiace per i cittadini e gli operatori che vengono considerati colpevoli. Per il resto al
Tar, che ieri ha preso una decisione di urgenza che comprendo, avremo ragione e nel merito vedremo chi ha messo a posto la Costituzione e chi invece sta abusando del suo potere». Lo ha detto il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, tornando sulla decisione del Tar Campania che ieri ha accolto il ricorso della Regione Campania contro l’ordinanza sindacale di cui ha sospeso la parte relativa agli orari dei locali e del servizio di asporto di bevande.
«È mio diritto e dovere tutelare i napoletani e anche far riprendere l’attività economica e sociale – ha aggiunto l’ex pm visto anche che tra qualche ora gireremo per tutta Italia. E’ paradossale che qui un presidente della Regione, che ogni giorno chiama il Governo perché vuole andare a votare domani, poi
costringe i napoletani e i campani a non poter portare alle 22.05 una bibita fuori da un locale». De Magistris, nel riferire che ancora ieri ha avuto interlocuzioni con alcuni ministri rispetto a questa vicenda, ha ribadito: «Il Governo ci ha dato pienamente ragione ma siccome siamo di fronte a chi non
vuole cooperare lealmente con le altre istituzioni, ci sarà un intervento normativo».

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA