X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

Ferragosto blindato in Campania anche per vigilare sul rispetto delle norme anti Covid. A partire dai luoghi della Movida e delle vacanze. Il Prefetto di Napoli, Marco Valentini, in previsione della festività di Ferragosto, ha presieduto una riunione del Comitato Provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, alla presenza dei vertici delle forze dell’ordine, della Capitaneria di porto-Guardia Costiera e del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco.

Alla riunione hanno anche partecipato il Procuratore Aggiunto Dottoressa Rosa Volpe, per la Procura della Repubblica, e il Comandante della polizia municipale per il Comune di Napoli. Nel corso dell’incontro è stata posta particolare attenzione alla necessità di implementare l’attività informativa generale per la prevenzione dei reati, nonché i servizi di vigilanza e osservazione connessi sia al sensibile incremento, nel capoluogo e nell’area metropolitana, di presenze turistiche, sia per gli aspetti della sicurezza sul mare. Sono state, pertanto, sensibilizzate le forze di polizia sull’incremento coordinato delle attività di vigilanza presso le stazioni aeroportuali, ferroviarie ed i caselli autostradali. In ragione di ciò, hanno partecipato alla riunione odierna i dirigenti delle Specialità della Polizia di Stato, ferroviaria, stradale, di frontiera. E’ stata altresì disposta l’intensificazione dei controlli presso le stazioni marittime, da cui partono ed arrivano i turisti diretti alle isole, nonché, da parte della Capitaneria di Porto e della Guardia di Finanza in particolare, nei confronti delle imbarcazioni da diporto, relativamente alla sicurezza della navigazione.

E’ previsto l’impiego nel corso della settimana di circa 1900 unità di personale delle forze di polizia a presidio del territorio, cui si aggiungono le unità di personale di supporto. Numerosi sono i mezzi utilizzati, tra auto di pattuglia, motocicli, unità navali e mezzi aerei.Sono stati, quindi, predisposti mirati controlli sul rispetto delle norme vigenti per contrastare la diffusione del contagio da Covid-19, avuto particolare riguardo ai luoghi di maggiore afflusso di persone e di concentrazione di turisti e utenti di mezzi di trasporto, nonché servizi specifici nei confronti di attività ricettive, locali pubblici e da intrattenimento, con particolare riferimento ai luoghi della «movida» e di ritrovo dei giovani. Il prefetto ha informato che nella mattinata del 15 agosto farà visita alle sale operative della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e del Comando dei Vigili del Fuoco, per incontrare il personale impegnato a presidio e tutela della sicurezza nel corso delle festività.Nuovi test rapidi per diagnosticare il virus e più controlli da effettuare in aeroporti, porti e valichi di frontiera a tutti coloro che entrano in Italia.

Il ministero della Salute si muove per evitare che i casi di positivi di rientro dalle vacanze – un centinaio nell’ultima settimana soprattutto tra i giovanissimi – facciano esplodere nuovamente la curva dei contagi e compromettano la ripartenza a settembre, a partire dalla riapertura delle scuole. I test sono in corso di validazione e, se supereranno le verifiche del Comitato tecnico scientifico, potrebbero finire in un provvedimento per ampliare le verifiche.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares