X
<
>

Tempo di lettura 2 Minuti

AVELLINO – Scatta la stretta serrata sui rientri in tutta la Campania e in provincia di Avellino i Comuni sono in allerta proprio sui rientri dall’estero e dalle vacanze. Quello che si annuncia nei prossimi giorni è un Ferragosto serrato di controlli che scatteranno in tutta la Regione ed in particolare in provincia di Avellino, dove tutti gli ultimi casi sono collegati proprio ai rientri dall’estero per vacanze o per lavoro, come avvenuto a Santa Paolina e Atripalda e come era già successo a Moschiano e nella fascia dei comuni del serinese.

Un caso di quanta alta sia l’attenzione sui residenti che tornano dalle vacanze è anche quello scoppiato ad Avella, dove è giunta la segnalazione, raccolta subito dalla Polizia Municipale, del rientro non comunicato dall’estero di alcuni cittadini. Quello che ha fatto scattare i controlli da parte dei caschi bianchi sollecitati dagli stessi residenti. E che ora il problema sia proprio legato ai viaggi di ritoro da paesi esteri dove il contagio non ha subito rallentamenti lo dimostea anche quello che ha detto nel pomeriggio di ieri il Governatore della Campania Vincenz De Luca, che ha annunciato una stretta soprattutto legata anche alla possibile chiusura delle frontiere della Campania, un’extrema ratio che però non si esclude in caso di aumento dei contagi. «Abbiamo verificato, negli ultimi giorni, che l’80 per cento deicontagi registrati deriva da contatti con cittadini provenienti o rientranti dall’estero. E’ indispensabile sottoporre quanti arrivano o rientrano dall’estero all’obbligo di quarantena in relazione ai voli provenienti da Paesi a rischio». E’ quanto sostiene il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca.

«Sono indispensabili il controllo della temperatura corporea ma anche test sierologici, e una stretta rigorosa sui controlli, altrimenti diventerà inevitabile la chiusura delle frontiere -sostiene – L’invito ai cittadini è di rispettare rigorosamente le misure di precauzione e prevenzione previste, senza le quali va evitato di avere contatti con quanti, anche familiari, rientrano da viaggi all’estero».

Anche perchè il numero dei contagi in Campania non è sceso, anzi, in proporzione ai tamponi eseguiti è anche più alto rispetto a quello di sabato. Contagi da coronavirus in crescita, in Campania: i dati relativi alla giornata di ieri, domenica (nei festivi viene normalmente eseguito un numero inferiore di test), fanno segnare ben 14 positivi su soli 741 tamponi. Il giorno prima l’incremento era stato di 22 contagi ma su 1.675 test eseguiti. Il totale dei positivi in Campania è ora di 5.091 su 350.363 tamponi dall’inizio dell’epidemia. Il bollettino giornaliero dell’Unità di crisi della Regione, relativo a ieri e aggiornato alla mezzanotte scorsa, fa registrare anche una vittima (il totale dei deceduti sale a 439) e tre guariti (totale complessivo4.254). Tregua invece in Irpinia, dove non si sono registrati casi positivi nella giornata di domenica. Anche se ora si attendono i risultati dei tamponi eseguiti dalle Unità Anticovid dell’Asl di Avellino nella giornata di ieri a Santa Paolina, in particolare si familiari e i contatti più stretti del ventottenne rientrato da Barcellona.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares