X
<
>

Tempo di lettura < 1 minuto

NAPOLI – «Ieri sera gli agenti del Reparto di Polizia Penitenziaria del carcere di Napoli Poggioreale diretto da Carlo Berdini, al comando del dirigente aggiunto Gaetano Diglio ha salvato la vita ad un detenuto del Reparto SAI: un detenuto, M. S., ha evidenziato problemi cardiocircolatori e su indicazione del personale medico di turno, diretto da Vincenzo Irollo, dopo avere constato l’inefficace risposta alle terapie cui era stato sottoposto, é stato trasferito dal 118 all’ospedale Cardarelli dove, ricoverato d’urgenza in codice rosso, è stato sottoposto ad intervento di angioplastica con l’applicazione di uno stent, scongiurando il peggio».

Lo rende noto in un comunicato il sindacato Osapp.


Della vicenda, si legge ancora nella nota, come da prassi, è stato costantemente informato ed aggiornato sulla situazione pm di turno.
“Il plauso va a quanti, nonostante le mille difficoltà – sottolinea l’Osapp – acuite dal periodo, con sacrificio e professionalità hanno garantito comunque un tempestivo soccorso, trasporto ed intervento senza tralasciare la sicurezza della collettività tutta».

Per il segretario locale Osapp Poggioreale Iuliano Giovanni e il vice segretario regionale Osapp Campania Castaldo Luigi, «le molteplici competenze del Corpo di Polizia Penitenziaria dimostrano la deontologia ed il forte senso di responsabilità delle donne e degli uomini della Polizia Penitenziaria che nonostante le ataviche difficoltà organizzative dovute alla forte carenza di personale e al sovraffollamento dei penitenziari in questo particolare periodo, riescono a mantenere alta l’attenzione sul delicato e complesso lavoro nel mondo penitenziario».

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

COPYRIGHT
Il Quotidiano del Sud © - RIPRODUZIONE RISERVATA

shares